Samsung Electronics: quarto produttore mondiale di SoC

I chipset prodotti da Samsung coprono il 5.3% del mercato mondiale. Domina incontrastato TSMC con il 54.3% del mercato globale e un fatturato di circa 20 miliardi di dollari.

Samsung Electronics

Samsung Electronics è il quarto produttore di processori al mondo. Questo è quanto emerge dall’analisi svolta da IC Insights e Gartner dopo aver analizzato i dati di vendita relativi al 2015. Sempre stando al report, a dominare il mercato è TSMC con un enorme ricavo che tocca i 20 miliardi di dollari, staccando nettamente Samsung Electronics il cui bilancio ammonta a 3.4 miliardi di dollari.

Samsung Electronics è tra i cinque più grandi produttori di processori al mondo

In termini di vendite e al primo posto c’è TSMC che ha un fatturato di 20 miliardi di dollari e possiede il 54,3% del mercato dominando incontrastato il mercato. Ricordiamo che l’azienda fornisce anche i propri SoC a Apple.
In seconda posizione c’è la GlobalFoundries, compagnia statunitense che produce le CPU per i colossi AMD e Qualcomm.
Al terzo gradino troviamo la UMC che si occupa di produrre l’hardware per la Nintendo. Samsung Electronics si trova in quarta posizione e detiene una quota di mercato pari al 5.3%, infine troviamo SMIC, una società cinese.

Anche se a livello mondiale Samsung sia soltato quarto, è doveroso ricordare che proprio qualche giorno fa, il produttore sudcoreanno ha riconquistato il primo posto diventando primo produttore di smartphone negli Stati Uniti, relegando Apple al secondo posto dopo 11 mesi.

Il produttore, comunque, si continua ad impegnare per aumentare la propria produzione di chipset per dispositivi mobili come tablet, smartphone o wearable. Samsung Electronics spinge molto sui suoi processori Exynos, molto utilizzati nei dispositivi di fascia alta venduti sia nel mercato europeo che italiano. Per esempio, l’Exynos 7420 utilizzato l’anno scorso sui Galaxy S6 oppure l’Exynos 8890 montato su S7 e S7 Edge. Di questo, esiste la variante Exynos 8870, praticamente identica all’8890 ma differisce per una leggera diminuzione della frequenza di clock. Questo modello potrà essere utilizzato da qualunque produttore terzo che necessita di un ottimo processore, ma non può permettersi di produrne uno autonomamente.

Infine, nel futuro di Samsung Electronics per i prossimi flagship è previsto un nuovo processore realizzato con un processo produttivo a 10 nm che avrà evidenti vantaggi sui consumi e sulla dissipazione del calore.