android studio 2.0
Android Studio 2.0: le nuove caratteristiche

Android Studio 2.0 è arrivato alla versione beta. Big G sta lavorando duramente all’ambiente di sviluppo integrato, tanto che la versione stabile potrebbe essere presentata alla Google I/O 2016. Come già annunciato a novembre, la nuova piattaforma introdurrà e migliorerà diverse funzioni, quali l’Instant Run, l’App Indexing e un nuovo emulatore.

Queste feature, infatti, furono presentate qualche mese fa quando Google aprì l’accesso a una preview dell’IDE sull’apposito Canary Channel. Adesso, però, Android Studio 2.0 è stato promosso al Beta Channel con una versione quasi definitiva. Con questa si è più vicini alla versione stabile, ma c’è sempre il rischio di incappare in qualche bug. Molti problemi sono stati sistemati e diverse funzioni sono state migliorate con nuove caratteristiche.

Le novità dell’ultimo aggiornamento

  • Instant Run: con la versione beta della piattaforma, l’Instant Run ha ottenuto una nuova feature. Si tratta del cosiddetto “Cold Swap”, un’opzione che riavvia velocemente l’intera applicazione e che può essere utile per le modifiche del codice strutturale.
  • App Indexing: questa funzione è stata migliorata in modo da permettere il controllo dei link URL con un nuovo strumento, il Google App Indexing Test.
  • Emulatore Android: nella versione beta di Android Studio 2.0 è arrivato il supporto per il multi-touch per testare le app che si “zoomano” o si restringono con un gesto della mano.
Leggi anche:  Google Pixel 2 e Google Pixel 2 XL, tra pochi giorni la presentazione ufficiale