rccl wwf

Royal Caribbean Cruises e il Wwf hanno annunciato una partnership quinquennale volta a garantire uno stato di salubrità agli oceani nell’immediato e nel prossimo futuro.

Tutela ambientale, dunque, il tema portante di questa inedita collaborazione. Sebbene, con il suo programma Save the Waves, Royal Caribbean sia da lungo tempo in prima linea nella tutela dell’ambiente. La compagnia di crociera più famosa al mondo, infatti, ha fortemente voluto questo partenariato con il Wwf per dare forma ad una serie di obiettivi che ha in serbo da tempo.

Il partenariato Rccl e Wwf

Gli obiettivi di questa partnership sono raggiungibili e misurabili in materia di sostenibilità. Il loro scopo è quello di voler contribuire a ridurre ulteriormente l’impatto ambientale (spesso messo a dura prova dai giganti della flotta di cui dispone la compagnia) e a sensibilizzare gli oltre 5 milioni di croceristi che amano usufruire dei servizi e delle crociere Rccl.

Il filo conduttore è la conservazione degli oceani ed uno stretto supporto all’opera globale svolta dal Wwf per la salvaguardia dei mari. Il tutto converge sulla sostenibilità della catena di distribuzione e sulla riduzione delle emissioni fino al 2020. Inoltre, sia Royal Caribbean che il Wwf fanno sapere che starebbero collaborando allo sviluppo di alcuni programmi per il rafforzamento della strategia di approvvigionamento sostenibile dell’azienda, la sua cosiddetta destination stewardship, ovvero un programma combinato di sostenibilità delle destinazioni turistiche, insieme alle piattaforme per la promozione del turismo sostenibile.

Royal Caribbean, quindi, supporterà finanziariamente il Wwf durante tutto il periodo di partenariato grazie ad un contributo di 5 milioni di dollari. Le due organizzazioni hanno reso nota la propria partnership in occasione di un evento che ha avuto luogo a Donsol, nelle Filippine, dove ha sede e prende forma un programma di ecoturismo basato su una comunità modello.