Cubo di Rubik
Cubo di Rubik

Esiste un modo velocissimo per risolvere il cubo di Rubik: basta affidarsi ad un robot. Due ingegneri del software, Jay Flatland e Paul Rose, hanno costruito un macchinario capace di risolvere il famoso cubo in un sol secondo.

Il cubo di Rubik è forse uno dei rompicapo più famosi di sempre. Inventato dal professore di architettura e scultore ungherese Ernő Rubik nel 1974, rappresenta il gioco più venduto nella storia con i suoi circa 300 milioni di pezzi venduti. Il cubo magico che ha appassionato milioni di giovani per la sua complessità e la sua bellezza è stato risolto in meno di un secondo da un robot costruito “ad hoc”.

Il congegno, presentato all’ultimo Consumer Electronic Show (CES) di Las Vegas, ha fatto il suo debutto nel mese di gennaio ed è attualmente in gara per il Guinness World Records. Il tempo del record attuale di una macchina è di soli 3.253 secondi, al contrario del record per un uomo che è di 4.904 secondi. Dunque, se il record verrà approvato, il nuovo robot distruggerà il vecchio primato.

Il robot è formato da bracci meccanici, telaio stampato in 3D e 4 Webcam collegate ad un PC. Il cubo viene inserito nella macchina, che lo scansiona ed invia le immagini ad un algoritmo, il “Kociemba Rubik’s Cube solving”, che guida i bracci meccanici nella soluzione.

A testimoniare il tutto vi è il video caricato su Youtube da Jay Flatland, che testimonia la velocità impressionante del marchingegno, capace di risolvere il Cubo in 1.196 secondi, 1.152 secondi, 1.047 secondi, ed alla fine in 1.019 seconds.

https://www.youtube.com/watch?v=ixTddQQ2Hs4