facebook

Avere tanti amici su Facebook non serve a nulla e la dimostrazione arriva direttamente da uno studio condotto da un team di ricercatori che ha analizzato come il numero delle amicizie sul noto social network non corrispondano effettivamente alla realtà.

Lo studio di Robin Dunbar, professore di psicologia evolutiva all’Università di Oxford, ha veramente sorpreso tutti quanti quelli che puntavano ad avere più amicizie possibili su Facebook, infatti, è emerso che l’utente medio di Facebook ha almeno 150 amici ma solamente 14 si preoccupano veramente di lui e solamente 26 possono essere considerati amici.

Sicuramente non c’era bisogno di un vero e proprio esperto che analizzasse questi dati poiché la maggior parte di noi si accorge tranquillamente che la maggior parte delle amicizie che abbiamo su Facebook non si interessano minimamente di noi e il caso eclatante è soprattutto quando andiamo a pubblicare un post oppure un’immagine e la percentuale di persone che mette un mi piace o condividere la notizia è veramente bassa.

Facebook, quando avere tanti amici corrisponde ad averne pochi

Dallo studio è emerso anche come gli amici che abbiamo su Facebook possono essere inseriti in dei gruppi ben definiti e quello degli amici veri non supera mai i cinque. Nel secondo gruppo possiamo inserire ben 10 persone che sono quelle che ci seguono e che si interessano di noi ma sono sempre pronte a puntare il dito o farsi gli affari nostri.

Possiamo raggruppare quindi i nostri amici in questo modo: 5 sono gli amici intimi a cui confidiamo tutto, 15 migliori amici, 50 buoni amici, 150 amici, 500 conoscenti e 1.500 persone che in molti casi nemmeno riconosciamo.

La cosa incredibile è che in alcuni casi avere tanti amici su Facebook non aumenta la nostra educazione e soprattutto quando s’incontra uno dei cosiddetti “conoscienti” che abbiamo come amicizia nemmeno lo si saluta.

Insomma avere tanti amici non serve a nulla e quelli veri si contano veramente sulle dita delle mani.