Amazon Underground
Banner di Amazon Underground

Amazon Underground può ora contare su un numero di applicazioni Android tre volte superiore rispetto al suo debutto di agosto. Ma non è tutto oro quello che luccica.

Triplicate le app Android su Amazon Underground

Quando Amazon rilasciò la sua nuova app all-in-one Amazon Underground, lo scorso agosto, ci siamo chiesti se il gigante dell’e-commerce sarebbe riuscito a creare una ricetta perfetta che rendesse felici utenti e sviluppatori.

La risposta sembra, per un verso, essere affermativa dal momento che – a tre mesi circa dal suo debutto – l’applicativo che ha preso il posto di Amazon App e App Store può contare su una quantità tre volte superiore di applicazioni Android offerte gratuitamente ai possessori di dispositivi Amazon.

Ma andiamo con ordine. Per chi non lo ricordasse, Amazon Undergrond è uno store che mette a disposizione in forma totalmente gratuita decine di migliaia di applicazioni Android solitamente a pagamento.

Tale servizio è possibile grazie alla modalità di retribuzione, basata sul gradimento – e di conseguienza sul tempo di utilizzo – delle app. In pratica più minuti un utente interagisce con l’applicazione, più soldi ricevono gli sviluppatori di quella app.

Si tratta come si può notare delle stessa strategia adottata da molti servizi di streaming – Spotify ad esempio – nonché dal Kindle Unlimited, non a caso definito “lo Spotify dei libri” in quanto offre una libreria immensa e sempre disponibile con un abbonamento di €9,99 al mese.

Leggi anche:  Chrome Canary su Android: notizie tempestive tramite notifiche push

La strategia adottata da Amazon Underground sembra dunque risultare vincente: nato per sostituire “l’app del giorno” precedentemente proposta in maniera gratuita sull’ App Store, il servizio come si diceva può vantare attualmente un numero di applicazioni Android gratuite triplicato rispetto alla data di lancio, a vantaggio soprattutto degli utenti che posseggono dispositivi Android.

Il comunicato stampa ufficiale usa toni entusiasti: “In Amazon Underground, i clienti hanno accesso alle app, ai giochi e agli articoli in-app, come vite e livelli extra, in maniera completamente gratuita: un modo completamente nuovo di godersi applicazioni e giochi preferiti“.

Ma attenzione, non è tutto oro quello che luccica. Se Amazon Underground può permettersi di offrire gratuitamente una quantità enorme di applicazioni Android a pagamento – senza tra l’altro avvalersi né di acquisti in app né di sponsor per ogni applicazione scaricata – è anche vero che la modalità di pagamento non dà molte garanzie agli sviluppatori. Inoltre gli utenti che hanno già sperimentato lo store, hanno riscontrato seri problemi di lentezza e blocchi nell’installazione delle app.

E voi avete già provato Amazon Underground? Cosa pensate sia più importante, la qualità o la quantità?