samsung galaxy note 5
Samsung Galaxy Note 5 presto in Europa

Samsung Galaxy Note 5 non è stato rilasciato in Europa quest’anno, ma una nuova fonte anonima conferma che il dispositivo potrebbe arrivare anche nel nostro Paese a partire da gennaio 2016.

Quest’anno Samsung ha deciso di fare le cose diversamente e di non rilasciare il Samsung Galaxy Note 5 in Europa. Il phablet, presentato lo scorso agosto a New York, è arrivato solo negli Stati Uniti e in altri Paesi, mentre per l’Europa il colosso coreano ha preferito puntare sul Galaxy S6 Edge+. Secondo Samsung, infatti, la S-Pen non è considerata dagli Europei un accessorio così essenziale, preferendo magari l’estetica data dal display dual edge del Galaxy S6.

In molti hanno subito criticato l’operazione commerciale di Samsung e in rete sono subito emerse le petizioni per portare il Samsung Galaxy Note 5 anche nel vecchio continente. Molti altri consumatori hanno invece provato a importare la variante asiatica rinunciando però alla sicurezza della garanzia, che in questi casi diventa ovviamente difficoltosa da coprire. La decisione di Samsung potrebbe però non essere definitiva, per la gioia degli europei e anche nostra.

Leggi anche:  Samsung regala un fantastico Galaxy Tab A, ecco come riceverlo

Secondo un sito web che cita una non meglio definita fonte vicina a Samsung Romania, il colosso coreano potrebbe rilasciare il Samsung Galaxy Note 5 in Europa nel corso dei primi giorni di gennaio 2016. Inutile specificare che al momento la notizia non ha alcun fondamento e che dunque è da prendere con le dovute pinze, ma se si rivelasse vera non sarebbe poi così incoerente in quanto il periodo natalizio e post-natalizio è generalmente molto proficuo per le vendite di smartphone.

Se il device arriverà effettivamente i primi giorni del prossimo anno, aspettiamoci un annuncio ufficiale da parte di Samsung nel corso delle prossime settimane tenendo le dita incrociate. Quel che è certo è che il dispositivo finirebbe poi per essere sotterrato dal rilascio del Galaxy S7 un paio di mesi dopo, ma sappiamo tutti quanto Samsung sia alle volte incomprensibile nelle decisioni che prende.