androidAndroid è il sistema operativo mobile più diffuso al mondo, ma in ambito business resta comunque meno utilizzato della rivale Apple, anche se le cose potrebbero cambiare nel prossimo futuro.

Fino a qualche anno fa, BlackBerry era l’azienda di riferimento per gli utenti business e che cercavano un ambiente mobile sicuro per l’utilizzo dello smartphone a livello aziendale e lavorativo. Sappiamo tutti cosa è successo all’azienda: invece di sviluppare un sistema operativo fresco e moderno come Android o iOS, è rimasta legata ad una piattaforma vecchia e tradizionale, e gli utenti hanno cominciato ad abbandonare la nave. Secondo un rapporto del 2014 pubblicato da IDS, circa il 66% dell’utenza smartphone ha utilizzato il proprio device ad interesse lavorativo.

Il mercato business al giorno d’oggi è suddiviso tra Android Apple, ma sebbene il robottino verde resti il sistema operativo più diffuso al mondo, in ambito lavorativo la gente preferisce utilizzare i device della mela morsicata, che si piazzano al 70%. Tuttavia questo potrebbe cambiare nel prossimo futuro: Android for Work è stato lanciato ormai già da un po’ di tempo, e anche se possa sembrare che Google non stia spingendo molto la piattaforma, questa potrebbe definitivamente sorpassare Apple negli anni a venire.

Leggi anche:  Apple: iMac Pro potrebbe essere lanciato il 18 dicembre

La suite di Google per il business è stata svelata ufficialmente quest’anno, e per molti è proprio la piattaforma che stavano cercando. Basandosi principalmente sulla forte sincronizzazione tra Google e i vari servizi che offre, come Docs e altri, Android for Work permette di cambiare device in tutta sicurezza senza rischiare di perdere alcun dato. Questa suite si basa su SELinux, e la sicurezza è la priorità assoluta. Non solo Linux, la piattaforma su cui si basa Android, è un sistema sicuro di per sé, ma Google ha anche migliorato i propri sistemi creando software innovativi che hanno reso l’esperienza ancora più flessibile.

Con l’arrivo di Android Marshmallow, le cose potrebbero farsi ancora più interessanti, e se Apple continuerà ad adagiarsi sul suo successo in ambito business, l’ascesa di Google non tarderà ad arrivare anche in questo campo.