Samsung Galaxy Note 5
Google Plus non farà parte delle app di default del Samsung Galaxy Note 5.

Il Samsung Galaxy Note 5 non conterrà tra le applicazioni preinstallate Google Plus. Chi vuole può eseguirne il download su Play Store.

Google Plus non è riuscito ad ottenere il successo sperato. Il social network del colosso di Mountain View ha attratto una fetta di utenti piuttosto limitata e sta attraversando un processo lungo e doloroso, che dovrebbe condurlo addirittura alla sua scomparsa. La dimostrazione di questo declino inesorabile è data dalla decisione di Samsung di non introdurre l’app tra quelle preinstallate nel suo nuovo modello, il Samsung Galaxy Note 5.

Nel corso degli ultimi tempi, persino Google ha scelto di rimuovere varie funzioni dal proprio social network di punta, come ad esempio le implementazioni di Photos e la sincronizzazione con gli account di YouTube. La scelta di non inserire il programma tra quelli di default del Samsung Galaxy Note 5 non è altro che l’ennesimo brutto colpo per il social network. In pratica, l’azienda sudcoreana non vede più Google Plus come un servizio in grado di migliorare l’esperienza con i propri dispositivi top di gamma.

A tutto ciò bisogna aggiungere l’importanza che Samsung riveste in tutto il mondo per quanto riguarda la telefonia mobile. La scelta di non introdurre Google Plus nel Samsung Galaxy Note 5 e di includere soltanto Google Photos rappresenta il sentore che il social network si stia avvicinando giorno dopo giorno alla sua fine. Il gigante dei motori di ricerca aveva in mente grossi piani per la propria piattaforma sociale, come quello di far interagire persone provenienti da ogni parte del mondo e con interessi simili. Tuttavia, quando gli utenti si sono resi conto che Google Plus non era così differente rispetto al famosissimo Facebook, hanno scelto di tornare al social network iniziale.

Leggi anche:  Samsung vi regala un Galaxy S8 acquistando un altro prodotto

Gli utenti attivi di Google Plus sono circa 6 milioni. Una cifra piuttosto risibile rispetto ai 2,2 miliardi di iscritti, che ne rappresenta circa lo 0,3 per cento. Se il social network intende reagire allo smacco inflittogli per il Samsung Galaxy Note 5 e ritrovare un certo bacino di utenza, dovrebbe cercare di offrire qualcosa di diverso. Ad oggi, esso sembra soltanto una copia fatta male della piattaforma di Zuckerberg.