Fi

Fitbit domina incontrastata il mercato dei wearable dedicati al fitness, ma un’altra società sembra stia rapidamente recuperando terreno: Xiaomi.

Un anno fa, la società di elettronica cinese non aveva nemmeno un indossabile nel suo portafoglio prodotti. Ad oggi, Xiaomi è ora il n ° 2  dei produttori d’indossabili e controlla il 24,6 per cento del mercato, secondo il primo trimestre  le statistiche di IDC.

Cio è incrompensibile visto che in molti non sanno nemmeno che Xiaomi produce indossabili per il fitness. Come i suoi smartphone, Xiaomi ha iniziato la distribuzione del Mi Band nel proprio paese la cina, e grazie al prezzo competitivo ha diffuso il suo business dei wearable in tutto il mondo grazie anche agli store non ufficiali.

Xiaomi Mi Band: recensione

 

Nel frattempo, Fitbit è ancora il leader  del mercato con una quota del 34,2 per cento, ha detto Idc. Il successo dell’azienda nel primo trimestre che  è stata favorita  dal rilascio di tre nuovi dispositivi – il Charge, Charge HR , e il Surge disponibile su amazon intorno ai 230 € – insieme ai modelli più anziani ancora richiesti dal mercato il Flex, One e Zip. Con tutti questi dispositivi, Fitbit ha più segmenti del mercato coperto –  “dalla persona amatoriale  all’ atleta professionista”, ha detto la società di ricerca.

Leggi anche:  Xioami Redmi Note 5A Global version in offerta a 114,92 euro su Lightinthebox

A completare i primi cinque produttori di indossabili in Q1 erano Garmin al numero 3 con il 6,1 per cento, seguita da Samsung con 5,3 per cento e 4,4 per cento con Jawbone. (Jawbone è  stata citato in giudizio da Fitbit al momento per presunto furto di segreti aziendali, USA Today ha dichiarato USA Today).

“Quello che resta da vedere è come arrivo di Apple cambierà la situazione,” Ramon Llamas, IDC Research Manager Wearable, ha detto in un comunicato. “L’Apple Watch a 699,99 dollari su Apple Store diventerà probabilmente il dispositivo di riferimento a cui gli altri indossabili saranno confrontati. Questo forzerà una sana competizione nel gioco di superare l’altro, al fine di rimanere all’avanguardia nel mercato. “