android m

Android M sarà presentato ufficialmente nelle prossime ore, e quest’oggi emergono nuove informazioni e nuovi screen che mostrano come il nuovo sistema operativo permetterà all’utente di gestire e modificare i permessi affidati a ciascuna applicazione.

Sappiamo già bene o male cosa introdurrà la nuova distribuzione del robottino verde, come per esempio una migliore gestione della RAM e della batteria, ma siamo sicuri che Google abbia in serbo una serie di funzioni aggiuntive non ancora annunciate. Una di queste è la gestione da parte dell’utente dei vari permessi da affidare a tutte le applicazioni installate sul dispositivi.

Android M permette di gestire in autonomia i permessi delle applicazioni

Sin da Android Jelly Bean gli utenti hanno potuto gestire in autonomia i permessi delle applicazioni dopo che queste ultime erano state installate, ma si trattava di una funzionalità nascosta nel sistema, impossibile da raggiungere se non tramite applicazioni terze. Android M finalmente introduce questa funzione, e permetterà agli utenti di settare a piacimento i permessi delle varie applicazioni. Un apposito menu nelle Impostazioni del sistema permetterà di accedere a tale funzione, e sembra inoltre che con questa nuova major release non sarà più necessario concedere i vari permessi nel Play Store quando si tenta di installare una applicazione.

Leggi anche:  Ai Google Pixel 2 non piacciono le luci a LED: ecco l'ennesimo problema

Tutto sarà gestito da questo sotto menu, e non è ancora chiaro se con Android M i vari permessi potranno essere settati al primo avvio di una determinata applicazione. Non ci resta che aspettare l’annuncio ormai imminente, anche per capire cosa succederebbe se si negasse un permesso essenziale al funzionamento di una applicazione.