BiliCam_baby1

 

La salute dei figli riveste la preoccupazione principale dei genitori, soprattutto se si tratta di neonati. Per questo può risultare molto utile una nuova app sperimentale che permette di rilevare l’ittero nei neonati da una foto.

Questa app permette quindi ai genitori più ansiosi di assicurarsi che il proprio bambino appena nato sia libero dall’ittero, in modo molto immediato e per niente traumatico. Un team di ricercatori dell’Università di Washington hanno sviluppato un’app che può diagnosticare l’ittero nei neonati semplicemente scattando loro una foto. Dal momento che la presenza dell’ittero si caratterizza dall’eccessivo ingiallimento della pelle, l’app va ad analizzare una foto del bimbo per rilevarne o meno la presenza.

Questa app quindi funziona in maniera simile ad un’altra che permetteva di individuare il cancro della pelle attraverso uno smartphone. È sufficiente poggiare una scheda di calibrazione del colore (che aiuta il software a determinare le condizioni di illuminazione e del flash, così come il colorito del bambino) sulla pancia del bambino, scattare una foto e poi caricarla sul cloud per l’analisi. L’algoritmo fa in fretta il suo lavoro, e si ottengono i risultati e i livelli di bilirubina del bambino quasi istantaneamente.

In molti casi, circa il 60%, il fegato dei neonati non funziona molto bene e i bambini presentano quindi dei livelli troppo elevati di  bilirubina, o in altre parole, l’ittero. Mentre alcuni bambini riescono ad eliminare l’eccesso di bilirubina senza problemi, altri hanno bisogno di cure e farmaci in quanto l’ittero, se non viene trattato per lungo tempo, potrebbe portare a danni cerebrali o ad una malattia grave chiamata kernittero. Anche se gli esami del sangue sono ancora più precisi, l’obiettivo della squadra è di sostituire altri tipi di tecniche di screening con il loro strumento diagnostico, e farlo funzionare sui bambini di ogni etnia. Prima che ciò accada, però, hanno ancora bisogno di testarlo su 1.000 neonati, soprattutto quelli con le pelli più scure e sperano di ottenere anche l’approvazione FDA per il futuro.

E voi che ne pensate di questa applicazione?

via