root android
Una delle pecche di Android, ma del resto anche di moltissimi altri SO mobile, è la sicurezza che viene a mancare nel momento in cui effettuiamo la mod, perché se non settati a dovere, sappiamo che i permessi di root sotto kernel Linux creeranno problemi, vediamo come google risolverà!

Come sappiamo Android si basa su Kernel Linux, che attualmente è il più diffuso in ambito server, infatti conta quasi la totalità dei server web a livello mondiale, ma anche router e i dispositivi più disparati, ebbene, vi è un modulo nel kernel che garantisce la sicurezza di questo sistema operativo, per il quale capirete bene è fondamentale data la sua diffusione, denominatl SELinux, che appunto gestisce soprattutto i permessi di Root.

Proprio per le modifiche a questo componente le prossime versioni di Android non permetteranno di scrivere nella cartella System, la quale resterà accessibile solo ed esclusivamente dalla recovery, per ovvi motivi, mentre qualsiasi altra applicazione non potrà in alcun modo toccare la cartella!

Leggi anche:  Gli utenti in media utilizzano lo smartphone per oltre 5 ore al giorno

Numerosissimi commit effettuati da Google, ma non solo, metterebbero in evidenza il fatto che questa modifica sarà resa ufficiale a partire da Android 4.5 o Android 5.0, portando con se una ventata di freschezza sul lato della sicurezza, ma come possiamo ben immaginare, alcune applicazioni con permessi di root dovranno essere aggiornate o non funzioneranno!

Non sappiamo altro in merito, quindi ci toccherà aspettare il Google I/O, evento nel quale sicuramente verrà nominata questa novità, ovviamente, vi terremo aggiornati!
[via]