IMG_2701

HP, dopo aver prodotto computer, stampanti ed altri dispositivi elettronici, ha recentemente deciso di aprire una parentesi anche nel mondo del mobile lanciando una serie di tablet con sistema operativo Android. Oggi, con un ringraziamento particolare a HP stessa, vi proponiamo la nostra recensione completa dell’HP Slate 7 Plus.

Estetica

Tralasciando qualsiasi informazione riguardante la confezione originale (qui per il nostro unboxing), iniziamo la nostra recensione parlando dell’aspetto estetico. Il dispositivo presenta un display da 7 pollici con dimensioni nella media: 194,7 x 122,7 x 10,7 millimetri e peso di 342 grammi (compreso di batteria non removibile). Lo Slate 7 Plus presenta uno spessore superiore alla maggior parte dei dispositivi attualmente in commercio; tuttavia, per cercare di rendere il device più “appetibile”, l’azienda ha pensato di donargli una forma più arrotondata. Il risultato è un tablet non proprio rettangolare, ma più che altro ‘bombato’, con gli unici pulsanti fisici quasi posizionati sulla parte posteriore.

Il device presenta bordi arrotondati, con una cornice molto ampia. Come potete notare dalle immagini poco sotto, il “piccolo” display da 7 pollici sembra quasi scomparire all’interno della cornice. La soluzione offerta da HP risulta essere in parte vincente, in quanto comunque da un punto di vista estetico lo rende sicuramente più elegante, ma anche perdente, a causa di una dimensione superiore alla media. Oltre a questo, sempre sulla parte anteriore, non sono stati posizionati tasti fisici, per la navigazione sarà necessario utilizzare i pulsanti on-screen caratteristici di Android.

La parte posteriore, invece, presenta una cover in plastica (ma che a prima vista potrebbe quasi apparire in alluniminio) con il simbolo HP impresso al centro. Nella parte bassa è stato posizionato l’altoparlante per la riproduzione audio, mentre sui bordi troverete i pulsanti di accensione/spegnimento, regolazione volume e tutte le prese (jack da 3,5mm, micro-USB e microSD).

Hardware

IMG_2720

L’HP Slate 7 Plus integra un display da 7 pollici HD con risoluzione a 1280 x 800 pixel e 213 dpi. Lo schermo non è dei migliori, la qualità è discreta, per un normale utilizzo, come navigazione in rete, riproduzione video/audio e “semplice” gaming mobile, potrete tranquillamente utilizzarlo senza problemi. Tuttavia, nel caso in cui vi servisse un dispositivo con un display in grado di cogliere anche il più minimo dettaglio, sicuramente lo Slate 7 Plus non fa al caso vostro.

Il processore è un Nvidia Tegra 3 con frequenza di clock a 1,3 GHz. La CPU di marca Nvidia è già sinonimo di qualità e grandi prestazioni, tuttavia l’aver adottato un componente non di ultima generazione, sopratutto se accoppiato ad una GPU OpenGL ES 2.0, ha portato a risultati al di sotto delle aspettative. Avviando, ad esempio, il test benchmark AnTuTu, il punteggio ottenuto è stato di 14’076. Considerando che il device viene commercializzato come di “fascia bassa” (il prezzo online si aggira attorno ai 113 euro), il risultato potrebbe soddisfarvi, ma approfondiamo ancora una volta le potenzialità. Per testarlo fino in fondo abbiamo installato vari applicativi: Asphalt 8, Candy Crush Saga e Hay Day. Nel primo caso l’esecuzione è stata tutt’altro che perfetta, dobbiamo ammettere di essere riusciti a giocare, ma in molte occasioni la riproduzione è andata ‘a scatti’, rendendo difficoltosa ogni singola operazione. Con gli ultimi titoli, invece, siamo rimasti veramente soddisfatti; la qualità del display è più che buona (colori molto vivi e dettagli precisi) ed il processore risponde perfettamente alle “minime” sollecitazioni del software.

Concludono le specifiche tecniche 1 GB di RAM e le connettività base (WiFI, microUSB e bluetooth).

Fotocamera

Sebbene il comparto fotografico non sia così importante quanto per uno smartphone, lo Slate 7 Plus, essendo comunque un dispositivo da “soli” 7 pollici e quindi molto portatile, potrebbe tranquillamente essere utilizzato per scattare istantanee. La fotocamera principale è da 5 megapixel, mentre la secondaria è WXGA.

Se dovessimo considerare, in generale, la qualità delle fotografie scattate, tutto potrebbe essere riassunto con un’unica parola: delusione. Restringendo invece il campo ai soli terminali di fascia bassa (dai 150 euro in meno), allora i risultati ottenuti assumerebbero già una forma diversa. Una qualità da 5 megapixel è buona, ma non eccelsa. Il grande assente del comparto fotografico dello Slate 7 Plus è senza dubbio il flash LED, in condizioni di scarsa luminosità sarà praticamente impossibile pensare di scattare una buona istantanea. Viceversa, in condizioni “normali”, i risultati ottenuti saranno discreti: dettagli buoni, luminosità ottima, ma niente di più.

L’altro aspetto molto negativo è sicuramente il componente anteriore WXGA; pensare, al giorno d’oggi, di integrare una fotocamera anteriore senza almeno 0,5 megapixel, è davvero deludente. Le immagini verranno pur scattate con quella posteriore, ma se volessimo avviare una videochiamata con Skype, la qualità complessiva sarebbe davvero sconvolgente.

Software

IMG_2710

Lo Slate 7 Plus presenta sistema operativo Android 4.2.2 con memoria interna (espansibile tramite microSD) da 8 GB. La personalizzazione software introdotta da HP è di quelle importanti, oltre alla normali Google apps, sarà anche possibile trovare tanti software proprietari: HP Connected, HP sprint, HP File Manager, TegraZone, Registrazione e Kingsoft Office (non dell’azienda, ma comunque pre-installata nel device). Nonostante questo, dei 5,42 GB effettivi (da cui togliere proprio la personalizzazione), solamente 3,33 GB sono a disposizione dell’utente.

Considerando il numero di software installati, non sono stati “persi” molti gigabyte. Resta che, per l’utilizzo di oggi, non è assolutamente possibile pensare di “vivere” con soli 3 GB di spazio libero. La scelta di introdurre la possibilità di espansione tramite microSD non può comunque risolvere la grave mancanza di una memoria interna più capiente.

Batteria

IMG_2716

L’ultima caratteristica di grande importanza per un tablet (e non solo) è la durata della batteria. A differenza degli smartphone, in tutti i device di grandi dimensioni il componente non è rimovibile, pertanto se mai doveste avere dei problemi dovrete necessariamente rivolgervi a personale specializzato.

Dai nostri test abbiamo potuto osservare una buona durata complessiva della batteria; per riuscire ad offrire il nostro parere nel migliore dei modi abbiamo effettuato due prove: utilizzo intensivo e standby. Nel primo caso, con connessione WiFi sempre attiva, navigazione in rete, riproduzione audio/video e notifiche push, abbiamo registrato una durata complessiva continuativa di circa 16/17 ore.

Viceversa, lasciando il device con connessione WiFi attiva completamente in standby, il test sarebbe ancora in esecuzione, perché dopo oltre 3 giorni dall’ultima ricarica lo Slate 7 Plus visualizza ancora il 39% di carica complessiva.

Riassumendo entrambi i test in un’unica considerazione, il tablet presenta una buona batteria interna con una durata complessiva nella media, ma sicuramente da tenere in considerazione se state cercando un dispositivo che saprà resistere per molto tempo.

Conclusioni

L’HP Slate 7 Plus è un ottimo device di fascia bassa (ricordiamo che il prezzo in rete è inferiore ai 150 euro) con aspetti positivi:

  • Buon processore (anche se non per eseguire gli ultimissimi titoli)
  • Ottima durata della batteria
  • Design veramente compatto e portatile

e negativi:

  • Display non troppo soddisfacente
  • Memoria interna troppo poco capiente (anche se è possibile espanderla tramite microSD)
  • Assenza connettività 3G e flash LED

In conclusione possiamo consigliare il tablet solamente a quegli utenti che sono alla ricerca di un dispositivo di fascia bassa per navigare in rete, riproduzione video/audio, con un’ottima durata della batteria e per giocare con i titoli non troppo aggiornati (o che non richiedono una grande potenza di elaborazione).

Il voto complessivo della recensione è 7,5. Di seguito la videoreview.