woman-robot-247580

Chi si trova nella situazione sa bene che non c’è cosa più brutta del sentirsi soli, e questo accade molto spesso ai single. Chi sente la mancanza di un partner potrebbe trovare molto interessante un’app in grado di offrire la compagnia di un partner con intelligenza artificiale.

L’idea è giunta da Couple, un servizio di messaggistica pensato specificatamente per le coppie, come dice il nome stesso dell’app, che il 31 Marzo aveva deciso di preparare il suo Pesce d’Aprile per gli utenti fingendo l’esistenza di un’app chiamata Alice 1.0, che forniva una coppia di partner dotati di intelligenza artificiale.

La scoperta dello scherzo ha lasciato grande delusione tra gli utenti single, che speravano davvero di poter colmare la propria solitudine in un modo che sembra tratto proprio dai film. Sarebbe davvero grandioso se un’app fosse in grado di offrire dei partner virtuali con una personalità il più possibile simile a quella umana, in grado di rispondere empaticamente ad ogni stato emotivo dell’utente. 

Un’app del genere potrebbe fornire una sveglia personalizzata, magari tramite la dolce voce della partner virtuale, una sincronizzazione coi propri propri programmi (magari tramite Google Calendar) per non farci scordare gli impegni della giornata, la condivisione di musica, film e libri nuovi scelti in base ai gusti e alle preferenze dell’utente, e delle conversazioni con il partner virtuale in grado di far sentire l’utente meno solo (un po’ come faceva Doretta su MSN). 

E voi cosa vorreste da una partner con intelligenza artificiale?