Android-logo-green-robot

Android di fatto è uno dei sistemi operativi mobili più utilizzati a livello globale tenendo testa anche ad iOS che fino a qualche anno fa dominava incontrastata dopo il declino di Symbian.

Una delle cose a cui si deve andare incontro quando si è molto popolari però è la pubblicità negativa che mina al successo raggiunto e quindi Android non è esente da questo fenomeno vedendosi attribuire nel tempo molti miti che ora andremo ad analizzare:

Android è più complicato della concorrenza

Poco tempo fa l’ex CEO Microsoft Steve Ballmer ha dichiarato: “Non c’è bisogno di essere uno scienziato informatico per utilizzare un telefono Windows, ma bisogna invece esserlo per utilizzare un telefono Android.” Da allora si è cercato di enfatizzare questo mito della falsa complessità dell?OS del robottino verde. Noi ci sentiamo solo di dire che se gli ultimi dati dimostrano che l’80% degli smartphone sulla faccia della terra hanno Android a bordo di sicuro i suoi utilizzatori non sono tutti ingegneri informatici e comunque è stato migliorato e semplificato ad ogni aggiornamento sopratutto dopo la versione 4.0 Ice Cream Sandwich la piattaforma è molto intuitiva.

Android è il sistema più soggetto a malware e virus

La voce che virus che infettano obbligatoriamente un telefono Android è una leggenda metropolitana molto diffusa, sicuramente nessuna piattaforma mobile o desktop sopratutto se collegata a internet è sicura al 100% però ricordiamo che il tipo di utilizzo e le applicazioni sopratutto provenienti al di fuori del Play Store incidono in maniera rilevante su questo fattore. Per maggiore sicurezza in ogni caso esistono, come sui PC Desktop che rimangono molto più soggetti ai virus, programmi Antivirus per eseguire delle scansioni e poter stare tranquilli.

Android occupa troppa memoria RAM e ha bisogno obbligatoriamente di un task killer

Se il vostro PC apre in automatico troppi programmi occupando quasi tutta la memoria ram sicuramente c’è qualcosa che non va e dovete correre ai ripari però gli smartphone sono tutto un’altro pianeta e le cose funzionano diversamente. Android con il suo sistema intelligente e innovativo apre in background le app più utilizzate senza dover ogni volta andare a prenderle e le chiude allo stesso modo in automatico quando il telefono ha bisogno di più ram e quindi di più potenza. E’ stato ampiamente dimostrato che l’utilizzo di task killer peggiora di molto la situazione aumentando anche il consumo di batteria.

Android è lento su qualsiasi telefono

Android è SOLO un sistema operativo, ogni produttore lo prende e lo inserisce all’interno di un terminale diverso con rese prestazionali totalmente differenti a seconda dell’hardware del telefono e dell’ottimizzazione dell’interfaccia proprietaria. Prendete un Galaxy Pocket e un HTC One e vedrete come Android non gira allo stesso modo naturalmente, per non parlare dei dispositivi Nexus dove il sistema operativo si può esprimere nella sua forma più pura. Se volete fare un confronto prendete un iPhone 5s con iOS e confrontatelo con…..ops iOS c’è solo su iPhone giusto.

Android naturalmente non è esente da difetti ma giustamente come qualsiasi altro sistema operativo (vedi bug iOS 7), mobile e non, i bug e qualche piccolo difetto fanno parte di un ciclo naturale ricordando comunque che per la sua ancora giovane età è stato un OS che si è sviluppato e migliorato parecchio e continua a farlo giorno per giorno.

via