samsung-galaxy-s5-tobias-hornof

Stando a dei rumors sul web Samsung nel suo prossimo top di gamma, ovvero il Galaxy S5, potrebbe introdurre nella fotocamera uno stabilizzatore di immagine(OIS).

Pochi anni fa, chi avrebbe mai previsto che ci saremmo preoccupati di dover avere uno stabilizzatore ottico d’immagine (OIS) sui nostri telefoni cellulari; il problema è che non sono più solo un telefono cellulare o un telefono per fare chiamate e basta, ora sono chiamati, ed è giusto così , smartphone. Ci aspettiamo un sacco di funzioni dai nostri smartphone e ogni anno ottengono sempre più novità  intelligenti e tecnologiche, soprattutto quando si tratta di fotocamera.

Anni fa le fotocamere sui nostri device erano per lo più da massimo di 2 mp, ora invece raggiungono anche i 20mp. L’attuale Samsung Galaxy S4 ha un sensore da  16MP e un software che permette di scattare bellissime foto, e l’azienda coreana è già al lavoro per migliorare tutto ciò nel prossimo Galaxy S5. Infatti il Galaxy S4 non ha uno stabilizzatore ottico d’immagine, e neanche il  nuovissimo fiore all’occhiello Galaxy Note 3. Ecco che Samsung sembra che stia facendo di tutto per poterlo portare nel prossimo dispositivo anche se, stando ai media della Corea ETNews, potrebbe non essere in grado di montare una fotocamera con OIS.

OIS

Questo perchè Samsung ritiene che i propri fornitori potrebbero non essere in grado di tenere il passo con la grande domanda per il chip necessario per la fotocamera OIS. Quindi questo potrebbe portare l’azienda coreana a far ritardare il lancio del suo nuovo Galaxy S5.

Leggi anche:  Samsung: tutta la serie Galaxy a prezzi incredibili per il Black Friday

E ‘ piuttosto ironico pensare che uno smartphone venga ritardato a causa del suo stesso successo. Ma Samsung ha un paio di opzioni a sua disposizione. E’ importante ricordare che il sistema di stabilizzazione di immagine potrebbe essere utilizzato nei telefoni di punta nel 2014, e questo potrebbe ritardare l’uscita del Samsung Galaxy S5 fino a quando l’azienda non sarà sicura di essere in grado di procurarsi abbastanza chip OIS dai fornitori. Oppure, potrebbe essere in grado di spostare la produzione del chip in all’interno dell’azienda stessa. Vi ricordiamo infatti che sembra che Samsung abbia spostato al suo interno la produzione di un chip per scannerizzare  le impronte digitali e potrebbe fare altrettanto per il chip di stabilizzazione di immagine della fotocamera.

Se ricordiamo bene all’inizio di questo mese, Samsung ha detto che stava lavorando su un modulo fotocamera da 13mp con una funzione “anti-shake” che suona molto simile al sistema OIS. Ma non si sa se l’intero modulo è in fase di costruzione con parti in-house o se Samsung si affiderà a fornitori per costruirlo. Il modulo comunque consentirà  foto eccezionali in condizioni di scarsa illuminazione, e si avranno immagini fino a 8 volte più luminose delle attuali fotocamere.

Non ci resta che attendere novità, la prossima battaglia di Samsung è già iniziata speriamo che riesca a sorprenderci di nuovo.

Via