Arrivano_i_robot_che_leggono_nella_mente.jpg_770786215

Un gruppo di scienziati francesi ha scoperto il modo di comandare un robot con la sola forza del pensiero. Il tutto è possibile grazie a uno scanner che registra le pulsazioni cerebrali e li riporta al robot, riesce in maniera particolare a carpire importanti informazioni semplicemente dal flusso sanguigno. La simbiosi uomo-macchina è sempre più stretta.


A ogni impulso corrisponderà un azione ben specifica del robot, impulso che verrà tradotto da un algoritmo complesso. Un algoritmo associa poi ogni dato a un un impulso d’azione per il robot:

A presentarci la rivoluzionaria invenzione è il il Direttore del Laboratorio Cnrs-Aist Abderrahmane Kheddar che spiega che “Si tratta di un robot capace di essere controllato a distanza – in questo modo l’operatore avrà la convinzione che il robot, sarà una parte di sè. Logicamente oltre al lato curioso della notizia, possiamo ricavare importanti scoperte utili nel campo bio-medico.

Lo stesso dottore aggiunge che “L’unica cosa che si deve fare è sgombrare la mente da altri pensieri e focalizzarsi su quello che si vuole fare, se si vuole far muovere il robot o fargli prendere un oggetto”.

Leggi anche:  Samsung insieme ad Unieuro regalano un Galaxy S8 a chi acquista un altro prodotto