google-io-2013

 

E’ da poco terminato il Google I/O 2013, l’evento annuale in cui la società di Mountain View illustra il suo futuro e i nuovi servizi che offrirà nei prossimi giorni, vediamo cosa è stato presentato.

Nuove API per gli sviluppatori

La novità principale è Google Maps. La società ha presentato delle nuove APIper integrare i servizi cartografici in maniera più efficace all’interno delle applicazioni di terze parti con nuove funzioni di geo-localizzazione che permetteranno di minimizzare i consumi.

maps-apiv2-530x272

 

Google Play Game Service

La funzione non solo sarà disponibile sui dispositivi Android, ma sarà compatibile anche con iOS e le piattaforme web più diffuse.

Saranno supportate le sfide, classifiche in pieno stile social, salvataggio su cloud ed il supporto a partite in multi-giocatore online in tempo reale. Usando le cerchie di Google+ è possibile sfidare fino a quattro giocatori contemporaneamente, mentre il supporto per più avversari sarà aggiunto nel tempo.

Screen-Shot-2013-05-15-at-9.23.22-AM-640x360-530x298

 

Android Studio

un ambiente di lavoro specificatamente realizzato per sviluppare nuove applicazioni, che permette ai programmatori di effettuare modifiche e visualizzare il risultato in tempo reale.

androidstudio-530x353

 

Google Play All Access

Google ha presentato anche il tanto atteso servizio musicale in streaming, concorrente di servizi come Pandora, Spotify.

music-ispazio-240x400

 

Samsung Galaxy S4 Pure Google

Google ha stupito un po’ tutti con il tanto discusso Samsung Galaxy S4 in versione Pure Google, che offre l’esperienza dell’interfaccia originale di Android, sfruttando l’hardware estremamente performante del top di gamma Samsung.

s4-google-530x353

 

CheckOut per gli acquisto on-line

Questa permetterà ad ogni utente di effettuare acquisti online mediante una procedura altamente semplificata, a differenza di adesso in cui servono almeno 27 passaggi diversi, Il pagamento verrà effettuato tramite Google Wallet, che contiene già le informazioni della carta di credito con cui desidereremo perfezionare l’acquisto.

checkout

 

WebP e WebM che sono nuovi formati per foto e video

WebP permette di salvare il 30% dello spazio rispetto al JPEG ed a differenza di quest’ultimo supporta anche le animazioni. Il nuovo formato sarà compatibile sin da subito con tutti i servizi Google e con Facebook e permetterà ai siti che lo supporteranno caricamenti delle pagine più rapidi ed un’esperienza utente migliorata.

WebM invece è un formato di compressione video fino al 63% più leggero rispetto al più diffuso H.264. Permette di avere una qualità video comparabile, utilizzando un bitrate decisamente più contenuto. Sarà disponibile su YouTube e ci permetterà di risparmiare banda sulle nostre risicatissime connessioni dati.

Leggi anche:  Xiaomi, ci siamo: smartphone ufficialmente acquistabili su Amazon Italia!

LB-3016-1-530x350

 

Google Play For Education, un nuovo modo per imparare

Google si approccia al mondo dell’educazione portando la tecnologia nelle mani degli studenti di tutto il mondo, così come fatto da Apple parecchi mesi addietro. Si tratta di un portale del Google Play Store che include tutta la serie di applicazioni ed i contenuti che possono risultare utili nell’ambiente didattico.

Screen-Shot-2013-05-15-at-1.28.30-PM-730x380-530x275 (1)

 

Nuovo Google+

Il social network della società di Mountain View subirà pesanti modifiche dal punto di vista dell’interfaccia. Questa sarà sviluppata in più colonne, fino ad un massimo di tre per singola schermata. Le colonne saranno gestite automaticamente dalla web-app, in base alla grandezza della finestra o alle dimensioni generali dello schermo.

Hangouts per messaggiare e videochiamate su tutte le piattaforme

Il servizio che finora era conosciuto con il nome di Babel è stato presentato, come ampiamente atteso, al Google I/O. Si tratta di un’applicazione dimessaggistica istantanea compatibile con tutte le piattaforme più diffuse, sia desktop che mobile.

643496868_screen_2_small

 

Google porta il fotoritocco sul web

Si tratta di una serie di strumenti di fotoritocco che potranno essere utilizzanti ogni volta che inseriamo una nuova foto all’interno dei server della società. Si tratta del frutto dell’acquisizione di Snapseed da parte del colosso americano, avvenuta otto mesi fa.

gphotos-530x352

 

Google Now si aggiorna migliorando tantissimo

La ricerca intelligente verrà introdotta anche sui nostri PC tramite Chrome browser: è stata aggiunta una funzione che permette di porre delle domande al motore di ricerca, aspettandosi delle risposte concrete. Il tutto senza immettere input diversi da quello vocale. Si attiverà il riconoscimento vocale dicendo le parole “Okay Google” e da quel momento l’utente può effettuare qualsiasi domanda di suo gradimento.

search-530x352

 

 

Google Maps, nuova veste grafica e tante novità

per le novità andate a QUESTO ARTICOLO