Il Nexus 7 sembra essere il tablet più atteso del momento (almeno in Italia). Cerchiamo di fare il punto della situazione.

Che possa piacervi o no, si è creato un grande movimento attorno al primo tablet made by Google. Presentato il 28 giugno al Google I/O, Nexus 7 è prodotto da Asus in collaborazione con Google. Fin da subito ha creato grande interesse, semplicemente perché potrebbe essere il primo tablet Android ad avere grande successo.

Il Nexus 7 punta su tre fattori:

  • Android Jelly Bean 4.1
  • Hardware di prim’ordine
  • Prezzo aggressivo

Google ha recentemente annunciato che è prevista la vendita di ben 4 milioni di Nexus 7 per la fine dell’anno. Potremmo dire che Nexus 7 è la risposta all’Amazon Kindle Fire, che ha avuto buon successo.

Queste sono le caratteristiche tecniche del Nexus 7:

  • Display da 7’ IPS con risoluzione HD 1280 x 800 (216 ppi)
  • 1 GB di RAM
  • Android 4.1 Jelly Bean
  • Processore Quad-core Nvidia Tegra 3
  • 8-16 GB di memoria interna
  • Fotocamera frontale da 1.2 MegaPixel
  • Peso 340 grammi
  • Batteria da 4325 mAh
  • 2 microfoni, NFC, GPS e giroscopio

Il Nexus 7 viene venduto sul Play Store dalla metà di luglio in USA, Canada, UK, Australia nei tagli da 8 e 16 GB. I prezzi sono rispettivamente di 199$ e 249$.

In Italia sarà venduto da Asus Italia, che ha annunciato l’arrivo del tablet per inizio settembre, ma si vocifera che per la fine di agosto dovrebbero arrivare le prime scorte. Noi di Tecnoandroid faremo di tutto per averlo prima possibile e poterlo recensire e approfondirne tutte le potenzialità. In Italia arriverà nel solo taglio da 16 GB a 249€. Poco male: il taglio da 16 GB è quello che sta avendo molto successo, tanto inizialmente che le scorte sono finite in pochi giorni.

Leggi anche:  Android, ecco una lista dei migliori antivirus disponibili

AGGIORNAMENTO 20-08-2012: Il Nexus 7 sarà in vendita dal 1° settembre in Italia.

Il Nexus 7 a nostro parere è davvero interessante e non vediamo l’ora di provarlo. Qualcuno ha fatto notare certe mancanze, come la fotocamera posteriore e il modulo 3G. Ecco come rispondiamo. La fotocamera posteriore su un tablet può rivelarsi utile solo per determinate applicazioni, ma in sé è poco funzionale. Il modulo 3G è un accessorio molto costoso: aggiungendo questo e la fotocamera al Nexus 7, il suo prezzo per la memoria base sarebbe salito fino a circa 300$/€.

Google ha cercato invece un tablet al contempo prestante ed economico. Allo stesso tempo i materiali non sono stati sacrificati, mostrando un’ottima solidità, un peso leggerissimo e un aspetto gradevole. È il primo tablet di qualità a scendere sotto la soglia dei 200€/$, anche se in Italia sarà commercializzata solo la versione più costosa.

Confidiamo nel fatto che il Nexus 7 servirà a invertire gli altissimi prezzi dei tablet, che spesso hanno poco supporto dai produttori.

Questo tablet ha un’interessante esclusiva: il kernel Linux 3.1. I SOC Tegra (2 e 3) sono stati criticati per la loro scarsa ottimizzazione da parte di Nvidia, e nell’utilizzo di kernel obsoleti (ancor’ora sui Tegra 3). Questo è il primo Tegra 3 a funzionare come dovrebbe. Non è un miracolo, è solo il kernel aggiornato, che sugli altri Tegra rimane alla versione 2.6 e crea evidenti e fastidiosi problemi al consumatore.

In conclusione, attendiamo con fervore il Nexus 7, anche se abbiamo sempre reputato i inutili mattonelle costose. Tra un po’ ci ricrederemo, a presto per nuovi aggiornamenti!