Come si fa il root del Galaxy Y ? Seguite questa guida e avrete il vostro Galaxy Y con i permessi di root in meno di 10 minuti di tempo. L’operazione è valida solo per Gingerbread.

Il primo passo da fare è scaricare il file download Galaxy Y root ed utilizzando un gestore di archivi estraetelo in una cartella del vostro personal computer.

Ora prendete il vostro Galaxy Y e andate in Impostazioni, Applicazioni, Sviluppo. Nel menu che si apre mettete il segno di spunta accanto alla voce Debug USB.

Andate in Impostazioni, Display, Timeout schermo ed impostate lo spegnimento del Galaxy Y a 10 minuti.

Prendete il cavetto USB e collegate il Galaxy Y al personal computer. Consiglio di utilizzare un notebook con la batteria inserita per non rischiare di danneggiare il dispositivo in caso di interruzione della corrente.

Ora andate nella cartella che avete decompresso e fate doppio click sul file runme.bat. Non vi resta che attendere che l’operazione si concluda. Generalmente ci vogliono dai 2 ai 5 minuti. Durante questo periodo non tentate di spegnere il vostro Galaxy Y . Al riavvio avrete il root sul Galaxy Y .

Leggi anche:  Samsung, pronte le patch di sicurezza di febbraio. Ecco i dettagli

Se volete tornare alla condizione precedente cioè fare l’unroot dovete usare questo file download Unroot Galaxy Y e seguire la stessa procedura che avete effettuato per fare il root.

N.b. Tecnoandroid.it non si assume la responsabilità di malfunzionamenti anche se la guida per il root del Galaxy Y è davvero semplice.