Postepay: scomparsi migliaia di euro in pochi minuti, la truffa shock denunciata

L’attenzione da parte dei clienti di Postepay deve essere sempre alta. Anche in queste settimane, infatti, proseguono i tentativi di truffa a danno di tutti coloro che hanno una carta di credito ricaricabile operativa con Poste Italia. Ancora una volta gli hacker mettono in atto i loro tentativi di phishing.

 

Postepay, i finti messaggi degli accrediti per rubare soldi

La tecnica di truffa da parte dei malintenzionati è molto semplice ed al tempo stesso collaudata. I cybercriminali inviano ai clienti di Postepay finte mail e SMS in cui si evidenziano accrediti sulla carta, dal valore anche superiore a 1000 euro. Questo il messaggio tipico che si può leggere su questi messaggi: “Movimento in entrata sul tuo conto Postepay. Clicca qui per i dettagli”. 

Gli utenti di Postepay, una volta letta questa comunicazione, sono invitati a cliccare su un link in allegato per ulteriori informazioni e per sbloccare al tempo stesso anche il bonifico in entrata.

Inutile dire che il tutto si risolve ovviamente in una truffa. L’obiettivo dei malintenzionati è infatti quello di accedere ai dati riservati del pubblico, comprese le credenziali home banking di Poste Italiane.

In caso di condivisione delle credenziali per l’home banking, gli hacker potrebbero mettere anche in pochi secondi le loro mani sui risparmi e rubare grandi porzioni di denaro dalla carta Postepay. E’ bene quindi prestare attenzione ad ogni messaggio legato a Postepay. In caso di sospetti è inoltre bene comunicare con il servizio assistenza di Poste Italiane via call center o anche attraverso i canali mail.

GennaroS
Giornalista pubblicista dal 2014, collaboratore di TecnoAndroid dal 2016. Le mie passioni nel tempo libero: l'Inter, Napoli, Roger Federer, Game Of Thrones, tutto ciò che è buona musica, viaggiare, viaggiare e ancora viaggiare.