digitale-terrestre-cosa-dovete-sapere-per-non-trovarvi-impreparati

Il 20 ottobre 2021 è avvenuto il primo switch off di alcuni canali Mediaset e Rai alla nuova tecnologia Mpeg4 del digitale terrestre. In teoria la qualità visiva delle immagini, per quelli interessati, sarebbe dovuta migliorare notevolmente. Ma per alcuni è significato schermo nero perché privi di un televisore o un decoder compatibili al DVB T2. Comunque, niente paura. Sono poche le nozioni che dovete sapere per non trovarvi impreparati al nuovo digitale terrestre. Eccole in 5 punti facilmente consultabili.

 

Digitale terrestre: tutto quello che dovete sapere in 5 punti

Sembra un argomento inarrivabile quello del DVB T2. Si parla di passaggio da Mpeg2 a Mpeg4, canali in test e DVTB2. Ma cosa serve sapere per non trovarsi impreparati al nuovo digitale terrestre e, soprattutto, non facendosi spaventare da questo passaggio storico? In questo articolo vedremo, attraverso 5 pratici punti, tutto quello che dovete sapere.

  1. Dal 20 ottobre è stata avviata la transazione al DVB T2 del digitale terrestre. Questo comporterà che, entro il 2022, tutti i televisori non compatibili perderanno il segnale. Quindi, la prima cosa da fare è controllare la compatibilità del proprio dispositivo sia esso una TV o un decoder.
  2. Verificare se l’apparecchio in uso può ricevere il segnale del nuovo digitale terrestre è facile e veloce. Basterà sintonizzarsi con il telecomando sui canali 100 e 200. Se sul televisore verrà mostrato il messaggio “Test HEVC Main 10” allora non sarà necessario comprarne uno nuovo. Altrimenti, in completa assenza dell’informazione dovrete mettere mano alle vostre tasche.
  3. Ovviamente le strade percorribili sono solamente due: affidarsi a un sistema satellitare per la ricezione dei canali, oppure acquistare un televisore o un decoder compatibili al nuovo digitale terrestre.
  4. Se è la seconda opzione la vostra scelta, ricordatevi che potete accedere al Bonus TV. Nella formula standard, che vi darà accesso a uno sconto di 30 euro, dovrete avere un ISEE inferiore a 20 mila euro l’anno.
  5. Comunque, esiste anche il Bonus TV Rottamazione che non richiede limiti ISEE. Qui lo sconto applicabile sull’acquisto di un televisore o un decoder è pari al 20% del suo prezzo finale fino a un massimo di 100 euro. La clausola però è quella di rottamare il vecchio televisore presso il rivenditore autorizzato.