cartelle esattoriali

Novita’ per le cartelle esattoriali, secondo quanto annunciato dal nuovo decreto n. 99 del 30 giugno infatti e’ scattata una nuova proroga di due mesi. La nuova riforma prevede una data di scadenza prevista per il  9 agosto 2021, restano fuori invece le cartelle che hanno ricevuto la pace fiscale.

Tutte le novità che riguardano queste nuove proroghe, e tutti i cambiamenti relativi alla modalita’ di pagamento e alla pace fiscale sono contenute nel nuovo decreto emanato dal Consiglio dei Ministri il 30 giugno.

L’invio delle cartelle esattoriali infatti e’ stato slittato nuovamente, per far fronte alla situazione COVID-19 e permettere ai cittadini di avere piu’ tempo per decidere sul da farsi. I tempi quindi cambiano: si va dal 30 giugno al 31 agosto per le scadenze, mentre i pagamenti delle rate scadute sono stati rinviati al 30 settembre 2021.

Sempre lo stesso decreto pero’ non andra’ a modificare le scadenze relative alla pace fiscale, che quindi restano invariate.

Rottamazione, proroga e saldo e stralcio

Ricapitolando quindi, la nuova proroga andra’ a coprire solo le notifiche e le scadenze da pagare in relazione alle rate insolute, come stabilito nel decreto Fisco, Lavoro e Imprese approvato il 30 giugno 2021.

Mentre per quanto riguarda la situazione dei saldi e stralci, cosi come per la rottamazione delle cartelle, rimane invariata la situazione che si aggiorna quindi al 9 agosto 2021. Per ottenere la rottamazione inoltre, bisognerà aver gia’ pagato tutti gli insoluti avvenuto nel corso del 2020 e quelle sospese del mese di marzo.

Modificata anche la tolleranza per i pagamenti, che nonostante siano stati prorogati al 9 agosto si prevede uno slittamento di 5 giorni, che consentira’ quindi ai ritardatari di beneficiare della pace fiscale nonostante il ritardo nei pagamenti.

Ricapitolando infine, ci troviamo a dover affrontare una situazione in cui e’ dovuto pagare : rottamazione ter e saldo e stralcio delle cartelle. Seguono aggiornamenti.