IPTV: la Guardia di Finanza scopre due piattaforme, multati 2000 utenti

L’Europeo di calcio ha rilanciato la tecnologia dello streaming IPTV in Italia. Anche per il prossimo campionato di calcio, con i diritti tv divisi tra Sky e DAZN, si preannuncia un successo molto alto per la trasmissione illecita delle tv a pagamento.

 

IPTV, nuovi pericoli per chi guarderà la Serie A in streaming

Lo streaming illegale da sempre si presenta come la soluzione più efficace per eventuali risparmi sui costi mensili. Chi opta per l’IPTV deve però mettere in preventivo anche una serie di rischi non di poco conto.

Nel recente passato chi ha scelto lo streaming illegale IPTV si è esposto ad una serie di truffe. Considerato che la tecnologia viene promossa in via principale su Telegram e su WhatsApp, tanti malintenzionati della rete approfittano di utenti ingenui. Molte persone hanno quindi pagato un ticket per l’IPTV senza ricevere alcun servizio in cambio.

Per quanto riguarda i rischi sotto il punto di vista legale, gli utenti che scelgono l’IPTV si espongono ad una multa e sanzione amministrativa dal valore di 30mila euro. Nei casi di recidiva è inoltre anche prevista la reclusione sino a tre anni.

L’IPTV senza un ticket regolare di Sky e DAZN si lega anche ai canali VPN. Di per sé, la tecnologia è legale e rappresenta uno strumento consigliassimo e facile da usare per qualsiasi utente per navigare protetti in rete, e che se usato con i più noti servizi di streaming (Netflix, Amazon Prime Video) da accesso a cataloghi più vasti. NordVPN, la migliore VPN attualmente in rete, offre un ottimo servizio ed è in offerta con un prezzo scontatissimo.