A quanto pare qualcosa si sta muovendo in casa Microsoft, l’ufficializzazione dell’evento del 24 Giugno ha aperto a numerose speculazioni in merito al destino di Windows, il quale vedrà uno dei suoi più importanti aggiornamenti, che potrebbe coincidere proprio con l’arrivo della sua undicesima versione, passo che avrebbe quasi un valore storico.

I vari indizi arrivano direttamente dalla casa di Redmond, lo stesso CEO aveva anticipato che Windows 10 fosse pronto al pensionamento in occasione della build 2021, asserendo che presto sarebbe stato sostituito dalla versione “Sun Valley” (nome in codice).

 

Gli indizi direttamente da Microsoft

Gli indizi che spingono verso la direzione di Windows 11 sono molteplici, basti pensare all’immagine simbolo dell’evento del 24 Giugno, con la finestra classica di Windows i cui raggi di luce posandosi sul pavimento non individuano 4 quadranti bensì due molto lunghi, un possibile riferimento al numero 11, ripreso anche dall’orario dell’evento, che sarà esattamente alle 11 di mattino.

A tutto ciò dobbiamo aggiungere un terzo indizio non legato però direttamente a Microsoft, in queste ore l’ipotesi sul nome è stata fatta rimbalzare in rete da fonti (es. Tom Warren di The Verge), fonti sempre molto ben informate sulle vicende riguardanti la casa di Redmond.

Gli indizi dunque portano tutti verso il pensionamento di Windows 10, con Microsoft che sembrerebbe voler confermare l’andamento dei nomi delle varie versioni, dal comento che il numero 11 sottolineerebbe un grosso passaggio in avanti, che andrebbe a rottamare la vecchia versione ritenuta sempre una piattaforma in costante evoluzione, cosa che però “Sun Valley” non è, dal momento che segnerà un vero e proprio passaggio.