Carburanti: dopo la tempesta dei costi folli, per i guidatori è giunta la "quiete"

Preparatevi, perché stiamo per entrare in una tematica che ci unisce nello stesso “dolore”: gli aumenti dei carburanti. Giunti alla metà di Aprile, a quanto sono arrivati i costi? Qualche giorno fa le quotazioni dei prodotti petroliferi in Mediterraneo hanno chiuso all’insegna della stabilità, influendo così sui costi di vendita applicati. Per farvela più semplice, i prezzi dei carburanti sono cresciuti ma in maniera impercettibile, a differenza degli scorsi insopportabili mesi. Qui di seguito potete vedere con i vostri occhi i valori attuali.

Carburanti: quali sono i costi di vendita attuali a livello nazionale?

I dati attuali sui costi dei carburanti sono stati estratti alcuni giorni fa sulla base dell’elaborazione di Quotidiano Energia dei dati alle 8, a loro volta comunicati dai gestori all’Osservaprezzi carburanti del Mise.

Nel servito il costo medio della benzina è pari a 1,719 euro/litro (il 14 Aprile 1,718). Per quanto riguarda le differenze tra le varie compagnie si passa da 1,674 a 1,781 euro/litro (no logo 1,617). Parlando invece del Diesel, la media è pari a di 1,586 euro/litro 1,585 il 14 Aprile), con i punti vendita delle compagnie con prezzi medi che spaziano dai 1,535 a 1,660 euro/litro (no logo 1,475).

Per quanto riguarda invece il self service, la benzina arriverà a 1,576 euro al litro (1,575, livello rilevato il 14 Aprile). Anche in questo caso, studiando la situazione tra le varie compagnie si viaggia da 1,574 a 1,587 euro/litro (no logo 1,565). Per quanto riguarda il Diesel, invece, la media attuale è di 1,438 euro/litro. I diversi operatori vanno da 1,434 a 1,464 euro/litro (no logo 1,420). Infine, parlando del costo del Gpl, questo va da 0,654 a 0,672 (no logo 0,646).

Qui di seguito sono riassunti i prezzi dei carburanti in una tabella esplicativa:

 © ANSA