Asteroide

Tanta preoccupazione e per alcuni ansia, ma finalmente il momento della verità è arrivato. L’asteroide più grande mai visto prima sta sfiorando la Terra. Il suo passaggio era previsto iniziasse proprio due giorni fa, domenica 21 marzo 2021.

Evento unico in assoluto perché non si ripresenterà più per i prossimi 150 anni può essere seguito in diretta grazie a Virtual Telescope Project. Ecco tutte le notizie ad oggi conosciute e come è possibile seguire questo viaggio comodamente da casa.

 

Come vedere il passaggio dell’asteroide potenzialmente pericoloso

Lo aveva confermato la Nasa che, il 21 marzo 2021, l’asteroide 2001 FO32 avrebbe continuato il suo viaggio, ma a distanza ravvicinata dalla Terra. Si parla di circa 2 milioni di chilometri che all’apparenza potrebbero sembrare tanti, ma che in realtà secondo le stime aerospaziali non sono poi molti.

Gianluca Masi, responsabile di Virtual Telescope Project, sul cui sito ufficiale si può assistere al viaggio dell’asteroide in diretta, ha spiegato l’evento in un’intervista all’Ansa. “Purtroppo, il passaggio favorisce di gran lunga l’emisfero australe, vista la collocazione celeste decisamente meridionale di 2001 FO32. Tenteremo di condividere in diretta le immagini dell’asteroide il 22 marzo, alle 05:00 del mattino quando, poco dopo il passaggio ravvicinato, si renderà visibile dall’Italia, anche se in condizioni difficili”.

Inoltre è sempre Masi a tranquillizzare in merito ai danni che potrebbe provocare questo asteroide. “La definizione ‘potenzialmente pericoloso‘ di 2001 FO32 non identifica in alcun modo un evento di impatto. È, infatti, assegnata a ogni asteroide che ha un diametro superiore a circa 140 metri e si muove su un’orbita capace di portarlo entro i 7,5 milioni di chilometri da quella terrestre”.

Tuttavia se qualcuno si fosse perso il passaggio di questo asteroide, 2001 FO32 tornerà e si farà ancora vedere. Occorre però un po’ di pazienza e attendere il 2052 quando sfiorerà ancora la terra ma questa volta a una distanza di 2,8 milioni di chilometri. Insomma un evento che ha fatto tanto parlare di sé per la potenziale pericolosità avvenuto proprio il giorno in cui gli Starlink di Elon Musk venivano lanciati nello spazio.

VIAVia