Smartphone

Chi l’avrebbe mai detto che quel vecchio cellulare che con fatica stava in una mano oggi può valere una fortuna. Ebbene sì, esistono vecchi smartphone che sono diventati veri e propri cimeli da collezione e chi li possiede può davvero diventare ricco. Ecco questi “pezzi di antiquariato” che potrebbero trovarsi nel cassetto di chiunque.

 

Ecco quali sono gli smartphone più ricercati e quotati

Molti oggi sono capaci di cambiare smartphone ogni due anni. Ed è proprio grazie a questa frequenza che non è difficile trovarsi nel cassetto uno smartphone che oggi può valere parecchi soldi. Magari senza nemmeno saperlo. Ecco quali sono i vecchi cellulari che oggi sono tra i più ricercati e quotati.

  1. Nokia 3310. Non si può non citare questo modello uscito sul mercato nell’ormai lontano 2000. Resistente e pratico è stato il predecessore degli smartphone per eccellenza. Inoltre fu un prodotto molto amato dai giovani, usato per mandarsi i cosiddetti “squilli” per dire a un amico o alla fidanzata: “Ti sto pensando”. Questo cimelio oggi, tenuto in buone condizioni e funzionante, può valere fino a 200 euro.
  2. iPhone 2G. Questo prodotto presentato da Steve Jobs aveva introdotto un nuovo modo di utilizzare il cellulare. Nondimeno fu il primo smartphone di casa Apple, funzionale e unico per grafica e innovazione. Il papà degli iPhone se tenuto in ottimo stato, funzionante e con ancora la sua confezione originale può essere acquistato da un estimatore a circa 800 euro.
  3. Motorola DynaTAC 8000x. Questo non si può definire smartphone. È uno dei cellulari più particolari della storia della telefonia. Più che un dispositivo mobile sembrava un cordless portatile. Al mondo ne esistono meno di 250mila e proprio per la sua rarità gli appassionati sono capaci di spendere fino a 2.500 euro per averlo.

Insomma non si parla di investire in Bitcoin, ma dedicando un po’ di tempo a cercare nei cassetti, forse uno di questi telefoni potrebbe proprio far guadagnare un po’ di soldi.