Bitcoin

Per Bitcoin è tempo di record: ieri per la prima volta nella sua storia la criptovaluta ha superato la quotazione di 50mila dollari. Ciò sta anche a confermare il trend rialzista scatenato dall’operazione di Tesla, azienda che ha investito 1,5 miliardi nella criptovaluta. Il CEO Elon Musk ha ufficialmente annunciato la settimana scorsa di accettare i pagamenti in criptovaluta.

Tuttavia, la soglia è stata ufficialmente superata in una seduta caratterizzata da una volatilità delle quotazioni davvero estrema. Più o meno intorno alla mezzanotte, il Bitcoin ai aggirava intorno a quota 47mila, per andare poi a salire rapidamente e riscendere nelle ore successive.

 

 

Bitcoin: quotazione da record, ma la discesa è stata rapida

Il balzo a quota 50.500 dollari è avvenuto intorno alle 12.30, per poi riscendere subito a 48.700. Allo stato attuale, la criptovaluta è leggermente sotto ai 50mila dollari. Il guadagno rispetto allo scorso anno è del 400%, essendo che il suo valore era di 10mila dollari.

Non solo Tesla di Elon Musk ha deciso di investire in Bitcoin, infatti, anche MicroStrategy Group, società di software statunitense, la quale alla fine dell’anno scorso ha fatto un investimento importante in Bitcoin, ha annunciato una nuova raccolta fondi da 600 milioni di dollari per “comprare” la criptovaluta.

Tuttavia, sono ancora tanti i detrattori del Bitcoin. Infatti, la sua volatilità va a minare le funzioni base del concetto di moneta: misura del valore e riserva di valore. Proprio per questo motivo, uno tra i più famosi esperti di matematica finanziaria, Nassim Nicholas Taleb, ha deciso di vendere tutti i suoi Bitcoin.