blank

Il sequel del film di Tomb Raider ha un nuovo regista. È stato riferito da Deadline che la showrunner di Lovecraft Country, Misha Green, è stata ingaggiata per scrivere e dirigere il sequel di Tomb Raider del 2018.

Le novità sul nuovo Tomb Raider

Il film attualmente non ha una data di uscita confermata. Inizialmente era programmato per marzo 2021, con la produzione prevista nel 2020, ma è stata ritardata a causa della pandemia COVID-19. Green sostituirà il regista Ben Wheatley, che era legato al film nel 2019 ma da allora è stato annunciato come il regista di The Meg 2.

Il sequel di Tomb Raider avrà ancora una volta Alicia Vikander nel ruolo di Lara Croft. Il film del 2018 era basato sull’attuale serie di videogiochi e ha incassato $ 275 milioni al botteghino mondiale. Nella sua recensione, Michael Rougeau di GameSpot lo ha definito “un film d’azione piuttosto buono e un adattamento di un videogioco superiore alla media”, citando “scelte narrative intelligenti e una performance vincente di Alicia Vikander”.

Green ha scritto o co-scritto ogni episodio di Lovecraft Country, oltre a dirigere l’episodio 8 della serie. Lo spettacolo era basato sull’omonimo romanzo di Matt Ruff del 2016 ed è andato in onda su HBO tra agosto e ottobre dello scorso anno.

Warner Bros. Italia presenta così il film:

Lara Croft è la figlia fiera ed indipendente di un eccentrico avventuriero, scomparso quando lei era ancora in tenera età. Divenuta una giovane donna di 21 anni, priva di qualsiasi obiettivo o scopo reale, Lara gira per le caotiche strade alla moda di East London lavorando come corriere in bicicletta, riuscendo a malapena a guadagnare i soldi per l’affitto. Determinata nel trovare la sua strada, si rifiuta di assumere il comando dell’impero globale del padre, così come rifiuta fermamente l’idea che lui sia veramente scomparso. Consigliata ad affrontare gli avvenimenti e ad andare avanti dopo sette anni senza di lui, neanche Lara riesce a capire cosa la guidi a risolvere finalmente il mistero della sua morte.