WhatsApp: ci sono due principali motivi per cui gli utenti scappano

Analizzare le varie questioni che si ritrovano alla base di un problema è sempre la prima cosa da fare. Ora come ora WhatsApp non è di certo quel tipo di applicazione che passa inosservata, sia per la sua grande popolarità che per quello che sta accadendo da una settimana a questa parte.

Il grande colosso della messaggistica ha deciso ufficialmente di modificare unilateralmente i suoi termini e le sue condizioni sulla privacy. Questo non è stato visto di buon occhio dagli iscritti, o parte di essi che ha scelto dunque di abbandonare la piattaforma. Sono stati infatti molti gli utenti che hanno scoperto per la prima volta Telegram, altra applicazione di messaggistica rivale di WhatsApp. Per evitare ulteriore trambusto il colosso americano ha deciso di posticipare l’aggiornamento che apporterà il cambiamento in merito alle condizioni e ai termini sulla privacy.

 

WhatsApp: c’è anche un altro problema, le truffe continuano a disturbare gli utenti

Nonostante stia tenendo banco il discorso appena concluso nel paragrafo precedente, qualcuno ha ricordato che WhatsApp resta una delle applicazioni più utilizzate dai truffatori. All’interno della nota chat vengono infatti immesse ogni giorno tantissime truffe, le quali hanno il compito di girare e rigirare fino a riuscire a ingannare qualcuno.

Purtroppo WhatsApp non può fare altro che limitare il fenomeno, il quale è stato più volte condannato anche pubblicamente. La migliore arma per difendersi da tutto ciò è chiaramente riconoscere una truffa ed evitare che questa si diffonda. Una volta visto un messaggio dubbio su WhatsApp, basta semplicemente eliminarlo o non dare seguito alla catena.