Boeing 737 MaxPer chiudere l’inchiesta penale dei voli Lion Air (189 morti il 29 ottobre 2018) e dell’Ethiopian Airlines 302 (157 morti il 10 marzo 2019), Boeing pare che abbia appena pagato 2,5 miliardi di dollari. Di fatto, dopo questi due avvenimenti, tutti i 737 Max 8 vennero messi a terra per 20 mesi. A quanto pare, i due incidenti erano dipesi dal funzionamento non ottimale di un software di pilotaggio automatico, per il quale gli stessi piloti non avevano ricevuto una formazione adatta.

 

 

Boeing 737 Max: informazioni sbagliate trasmesse ai piloti hanno portato l’aereo a schiantarsi

Nel momento in cui il colosso americano lanciò 737 Max 8, venne messo in evidenza come il jet più efficiente che sia mai stato messo sul mercato. Questo perché aveva dei motori che consentivano un risparmio di carburante pari al 13% rispetto al suo predecessore. I motori, però, di dimensioni più grandi del solito, tanto da essere montati un ina posizione più alta rispetto all’ala. Questa posizione differente, tuttavia, non avrebbe squilibrato il bilanciamento dell’aeromobile, aumentando il pericolo di stallo aerodinamico. La modifica dei motori non avrebbe però ritardato le consegne, ma c’era solo il rischio di perdere i contratti a favore del modello concorrente A320neo di Airbus.

Per eliminare l’inconveniente, Boeing pensò dunque di installare in questi aerei un software anti-stallo, il quale abbassasse in maniera automatica il muso dell’aereo nel momento in cui l’angolo d’attacco risultasse troppo elevato. Purtroppo, è stato proprio il malfunzionamento del software che ha causato la caduta dei due aerei di Boeing.

Di fatto, entrando in conflitto con altri avvisi di cabina, il sensore che misurava l’angolo di attacco aveva indicato ai piloti proprio uno stallo. Se nel caso in cui il pilota non riconosce subito la segnalazione come sbagliata e prende subito provvedimenti, il sistema di pilotaggio automatico prende il controllo. Mentre, se ciò avviene dopo il decollo, succede lo schianto del velivolo, poiché le informazioni trasmesse al pilota sono sbagliate.