La pandemia continua a colpire duro l’industria dello streaming e anche la piattaforma di contenuti in streaming Netflix in questo caso. È notizia recente che anche le riprese della stagione 2 di The Witcher sono state fermate a tempo indeterminato.

A svelarlo è stato Deadline condividendo ulteriori curiosità sui motivi dello stop. A quanto pare, ci sarebbero ben 4 casi di positività al coronavirus tra gli addetti ai lavori, tra questi non sarebbero presenti membri principali del cast. Scopriamo altri dettagli.

 

The Witcher: Netflix arresta le riprese della serie TV a causa del Covid 19

Scattato l’isolamento per le persone colpite e riprese rinviate, si riprenderà non appena sarà possibile lavorare in sicurezza ed il rischio focolaio verrà estinto. I lavori di produzione erano in corso presso gli Arborfield Studios, a ovest di Londra. Si tratta della seconda volta che le riprese della seconda stagione di The Witcher vengono interrotte, la prima volta avvenne lo scorso marzo, quando l’attore Ksristofer Hivju risultò positivo al virus.

In quell’occasione i lavori si fermarono fino a metà agosto, la speranza è che stavolta lo stop possa essere meno prolungato, pena un ritardo nella programmazione. A settembre Netflix sosteneva che nel 2021, nonostante i disagi causati dalla pandemia, arriveranno più contenuti originali rispetto al 2020. Sarà in grado di mantenere la promessa?.

In attesa di saperne di più, vi lasciamo alla visione della più recente clip ufficiale, dove oltre a scene note della prima stagione, potrete vedere alcuni estratti inediti. Vi ricordiamo anche che The Witcher è stata una delle serie più viste in assoluto sulla piattaforma, quindi i fan spereranno sicuramente di rivederla presto.