Coronavirus: la nuova TECNOLOGIA che potrebbe limitare il virus nei negozi

È risaputo che l’America sia la numero uno (o quasi) per quanto riguarda le invenzioni e le innovazioni. Lo conferma la riapertura di Saks Fifth Avenue (catena di grandi magazzini statunitensi di proprietà e gestione della Saks Fifth Avenue Enterprises, contenente 54 negozi e 48 outlet) a New York. Questa già dallo scorso mese presentava delle nuove funzioni di sicurezza e igiene contro il coronavirus, con un’integrazione non indifferente. Tra le novità era possibile vedere la disinfezione a luce ultravioletta dei corrimano, e tanto altro…

 

Coronavirus: tra le novità arrivano le scale mobili a UV e i nuovi impianti per la temperatura

I sistemi di prevenzione del virus, che vanno dagli schermi per la densità negli spazi, alla scansione non-invasiva della temperatura corporea, stanno prendendo sempre più piede. Vediamo per esempio “Density”, che monitora l’occupazione dello spazio con l’aiuto di sensori che misurano l’intensità e le schematiche corporee dei clienti che passano tramite le porte d’ingresso. Aleks Strub, direttore marketing di Density, rasserena la popolazione affermando che la sua nuova tecnologia permetterà il controllo del distanziamento sociale. Egli aggiunge che, il sistema non impiegherà telecamere dunque resterà anonimo.

Altra utile innovazione è la scansione della temperatura corporea. Secondo Daniel Putterman, AD di Kogniz, una piattaforma di sicurezza per la temperatura a distanza, tali innovazioni diventeranno in futuro parte della normalità..

“Perché tra un anno dovresti smantellare i tuoi controlli della temperatura? Sarebbe come dire, ‘Beh, per un po’ non ci sono stati attentati terroristici per cui possiamo fare a meno di tutte queste procedure per la sicurezza dei trasporti dato che sta andando bene’”, dichiara. “Stiamo cercando di installare negli uffici e negli altri ambienti tecnologie che possano essere permanenti e possano aiutarci a recuperare un senso di normalità”.