AmazonAmazon sta esplorando diversi approcci tecnologici per lo screening di coloro che lavorano nei magazzini, tutto ciò a causa del COVID-19. Il rivenditore online ha confermato che sta utilizzando telecamere termiche in alcuni magazzini. L’utilizzo serve per verificare l’eventuale presenza di febbre in alcuni dipendenti, che potrebbe essere indicativa del nuovo Coronavirus. La società non ha spiegato la decisione, ma il metodo dovrebbe essere più veloce e più sicuro dei metodi convenzionali.

 

 

Amazon: il nuovo metodo è più veloce e sicuro. Il Coronavirus non deve nuocere gli “affari”

I dipendenti affermano che comunque Amazon utilizza il termometro per fare i suoi controlli di routine. Le telecamere potrebbero tuttavia essere più sicure riducendo la quantità di contatti tra i dipendenti.

La mossa attuata dall’azienda probabilmente non placherà completamente i timori del personale, legati ad una possibile infezione a vicenda del virus. Certamente non risponderà alle accuse secondo cui l’azienda sta licenziando coloro che criticano le sue pratiche di lavoro. Tra queste pratiche sono comprese anche le misure di sicurezza per il COVID-19. Tuttavia, ciò suggerisce che l’azienda è consapevole dell’importanza di uno screening sicuro ed efficace. Le possibili infezioni non costerebbero caro solamente agli affari dell’azienda, ma creerebbero gravi interruzioni dell’offerta. Tutto ciò non può essere permesso, secondo Amazon, dato che molte persone nel mondo si affidano a lei per fornire elementi essenziali.