paypal truffe

L’operato dei cybercriminali si spinge, ogni giorno che passa, sempre più oltre i suoi limiti: dopo tempo passato ad architettare truffe minori, oggi le stesse hanno invaso anche la sicurezza degli utenti PayPal. Facili da evitare se riconosciute a primo acchito, le frodi che hanno preso come oggetto il metodo di pagamento più utilizzato in tutto il mondo si manifestano soprattutto attraverso email in quelli che sono dei veri e propri tentativi di phishing.

Oramai ricevere un messaggio di posta elettronica significa proprio questo: dover ricontrollare per filo e per segno ogni dettaglio così da esser sicuri di non star partecipando ad una truffa online. Nel caso di PayPal? Ciò da controllare è molto specifico.

PayPal: ecco come non cadere nella trappola delle email fraudolenti

Le email di phishing circolano da anni nel web senza troppa difficoltà; con il passare del tempo le tecniche dei truffatori si sono affinate sebbene non particolarmente: proprio per tale motivo, grazie a degli elementi distinguibili è possibile difendersi in maniera attiva.

Ogni qualvolta si riceva un email da parte di PayPal bisognerà fare attenzione a:

  • l’indirizzo di posta elettronica del mittente – le comunicazioni ufficiali arrivano da indirizzi con dominio paypal.it ;
  • non fare affidamento ad email che richiedono aggiornamenti di dati o proclamano il pericolo di un operazione;
  • non essere frettolosi nel caso di email che parlano di denaro ricevuto – accedere al proprio account e verificare la veridicità dei fatti è essenziale;
  • fare attenzione agli errori di digitazione o grammaticali – se ci sono è probabilmente phishing;
  • non aprire dei potenziali allegati – le email di PayPal non contengono mai allegati.