radiazioni-smartphone

Ricercatori e scienziati continuano a condurre studi scientifici sugli smartphone e sulle radiazioni che rilasciano per scoprire una volta per tutte se definirli dispositivi pericolosi per il corpo umano o meno. Negli ultimi anni è aumentato l’utilizzo di questi dispositivi e con esso sono aumentate anche le preoccupazioni di numerose persone convinte di trovarsi davanti a dei dispositivi molto pericolosi.

Ad oggi, purtroppo, non esistono risultati concreti e univoci che rivelano la vera nocività degli smartphone, ma le persone che vogliono conoscere qualche dettaglio in più a riguardo possono affidarsi al valore SAR calcolato direttamente da un ente tedesco. L’Ufficio Federale Tedesco per la Protezioni delle Radiazioni ha il compito di studiare ogni modello di smartphone ancora prima di essere disponibile sul mercato, calcolare il rispettivo valore SAR e aggiornare una lista ufficiale.

Per SAR si intende Specific Absorption Rate ovvero il tasso d’assorbimento specifico che indica quante radiazioni il corpo riesce ad assorbire quando è esposto ad un specifico campo elettromagnetico. Il dispositivo è definito potenzialmente pericoloso quando tale valore è piuttosto alto.

Radiazioni e smartphone definiti potenzialmente pericolosi: ecco quali sono i nomi dei modelli

Statista è una nota rivista tedesca che è riuscita ad impadronirsi dei dati stilati sulla lista ufficiale dell’Ufficio Federale Tedesco sopra citato per pubblicare i nomi dei modelli definiti potenzialmente pericolosi. Gli smartphone con un alto valore SAR sono i seguenti:

  • Sony Xperia XA2 Plus – 1.9 W/Kg;
  • Xiaomi Mi A1 – 1,75 W/kg;
  • OnePlus 5T – 1,68 W/kg;
  • Huawei Mate 9 – 1,64 W/kg;
  • Sony Xperia tipo dual 1.62 W/Kg;
  • Xiaomi Mi Max 3 – 1,58 W/kg;
  • OnePlus 6T – 1,55 W/kg;
  • HTC U12 Life – 1,48 W/kg;
  • Honor 8 – 1,5 W/kg;
  • Huawei P9 Plus – 1,48 W/kg;
  • Apple iPhone 7 – 1,38 W/kg;
  • OnePlus 6 – 1,33 W/kg;
  • Apple iPhone 8 – 1,32 W/kg;
  • Xiaomi Redmi Note 5 – 1,29 W/kg.