Signal WhatsApp Telegram

Le varie piattaforme di messaggistica istantanea come Whatsapp e Telegram permettono di comunicare con altre persone in maniera facile, veloce e sicura anche se ormai sembrano essere messe da parte. In rete non si fa altro che parlare della nuova piattaforma in circolazione che garantisce una sicurezza maggiore delle conversazioni dei suoi utenti, quella di Signal.

Signal nasce nel 2013 dallo stesso sviluppatore di Whatsapp, Brian Acton, come software gratuito e con lo stesso protocollo della piattaforma di Whatsapp. Nel 2017, però, l’applicazione passa nelle mani di Moxie Marlinspike che decide di cambiare protocollo e rendere l’app molto più sicura delle varie piattaforme di messaggistica istantanea che sono disponibili. Signal con il nuovo protocollo sembra essere, al momento, l’applicazione più amata dagli utenti perché ormai è fondamentale un’applicazione che riesce a garantire una forte sicurezza e a proteggere la propria privacy.

Whatsapp e Telegram messe da parte da un’altra piattaforma: Signal è quella più amata al momento

In tanti ormai hanno deciso di abbandonare Whatsapp per passare ad un’applicazione molto più sicura capace di proteggere le proprie conversazioni da occhi indiscreti. Tantissimi, infatti, hanno apprezzato le funzionalità di Telegram e la sua sicurezza, ma a quanto pare quella di Signal è molto più forte.

L’applicazione si presenta disponibile gratuitamente sia per gli utenti Android che per quelli Apple offrendo un protocollo Extended Triple Diffie-Hellman e le crittografie Curve25519, AES-256 e HMAC-SHA256. In questo modo il salvataggio dei dati non avviene su un server esterno, ma sul dispositivo stesso così da garantire agli utenti una maggiore sicurezza.