Vas credito sim svuotato truffa compagnie telefonicheI gestori telefonici Tim, Wind Tre e Vodafone continuano a ricevere numerose lamentele dai loro clienti perché il credito telefonico residuo continua a svuotarsi senza un reale motivo. Una delle cause più diffuse sono i servizi telefonici a pagamento che si attivano sulla propria scheda telefonica e scalano il loro costo settimanalmente o mensilmente.

Sono conosciuti anche come VAS (Servizi Valore Aggiunto) e offrono ai consumatori dei servizi in cambio di un abbonamento settimanale o mensile. Possono offrire la lettura giornaliera del proprio segno zodiacale, suonerie personalizzate, chat per adulti, e via dicendo.

Per quanto riguarda l’attivazione, solitamente non hanno bisogno di un reale e proprio consenso perché gli utenti possono attivarli anche per errore durante la navigazione in rete tramite le pubblicità che ci sono in alcune pagine web. Può capitare, infatti, di ritrovarsi con il credito telefonico azzerato perché alcuni abbonamenti non avvisano i consumatori dell’attivazione del servizio. 

Fortunatamente ad occuparsene è l’AssoCSP, l’associazione che tutela i consumatori da questi servizi a pagamento che svuotano l’intero ammontare del credito telefonico residuo. L’associazione, infatti, ha deciso di mettere a disposizione un servizio apposito per scoprire l’eventuale abbonamento attivo e, eventualmente, disattivarlo nell’immediato. Ecco i dettagli.

VAS Tim, Vodafone e Wind Tre: ecco come scoprirli e disattivarli 

L’AssoCSP ha messo a disposizione un numero verde gratuito per tutti e attivo sette giorni su sette e 24h su 24. Il numero in questione è 800 442299 e i consumatori possono chiamarli in qualsiasi momento per scoprire l’eventuale servizio attivo e richiedere la disattivazione. Inoltre, da Gennaio 2020 è possibile inviare anche un semplice SMS per disattivarli e richiedere un rimborso, ma in questo caso è necessario inviare il messaggio entro sei ore dall’attivazione del servizio.