banche-conti-correnti-chiusura

Non sempre la liquidità presente sui conti correnti è sufficiente a far fronte ad una spesa improvvisa o ad affrontare una situazione d’emergenza. Per questo la soluzione più semplice per ottenere risorse monetarie resta la formula del prestito. I finanziamenti consentono infatti di garantire nel breve periodo l’innesto di nuova linfa sui conti correnti e permettere ai titolari di affrontare nuove spese. Per chiedere un prestito bisogna presentare alcune garanzie che le banche o gli istituti finanziari vagliano prima di concedere.

Prima di erogare un finanziamento, sarà loro cura verificare se i richiedenti siano o meno iscritti al Crif. Quest’ultimo non è altri che una banca dati dove vengono inserite le generalità dei cattivi pagatori: una sorta di lista nera dove si finisce nel caso non si siano restituiti i prestiti precedentemente concessi. In base all’entità del finanziamento anche le garanzie richieste al correntista sono differenti e proporzionali alla somma prestata.

Le 5 cose utili da sapere per chiedere un finanziamento.

Prima di fare richiesta di un prestito bisogna tenere in considerazione 5 cose importanti da sapere:

– il TAN (Tasso Annuo Nominale), ovvero il tasso di interesse a cui il finanziamento viene concesso. Tanto più basso è, quanto più conveniente risulta il prestito;

– il TAEG ( Tasso Annuo Effettivo Globale), o meglio il costo globale di un prestito. E’ il risultato del TAN più le spese accessorie. E’ l’insieme delle spese istruttorie, di incasso e di gestione della rata. A queste vanno ad aggiungersi le spese per la chiusura della pratica ed il costo di un’assicurazione qualora la si facesse;

– valutare se fare un’assicurazione al prestito. Per i finanziamenti di poca entità non sono in genere obbligatori, mentre nel caso di cospicui prestiti di solito è l’istituto di credito ad imporlo. inoltre l’assicurazione tutela il debitore da situazioni improvvise che possano impedirgli di restituire la somma concessa;

– richiedere l’intervento di un garante che consente di avere successo nella concessione del credito;

– considerare con attenzione la durata del prestito e capire se le rate siano di un importo congruo alle nostre possibilità economiche di restituzione.

Infine è importante sapere che per valutare tutte queste cose complessivamente esistono alcuni portali dove mettere a confronti i vari prestiti, scegliendo quello più adatto a noi.