apple

Apple ha pubblicato i suoi guadagni trimestrali ieri pomeriggio per la prima volta da quando l’epidemia di COVID-19 ha iniziato a rimodellare vite ed economie, e i risultati sono sorprendentemente mescolati. La società ha visto un crollo delle vendite di hardware quasi su tutta la linea, ma ha registrato un totale di 58,3 miliardi di dollari di entrate.

Nonostante l’impatto globale senza precedenti di COVID-19, siamo orgogliosi di segnalare che Apple è cresciuta in questo trimestre“, ha affermato il CEO Tim Cook in una nota.

 

Apple: i risultati che l’azienda non si aspettava prima del Coronavirus

I risultati di oggi non sono venuti fuori dal nulla. All’inizio di quest’anno, Apple ha confermato ai suoi azionisti che non avrebbe soddisfatto i suoi precedenti ricavi compresi tra 63 e 67 miliardi a causa di un “ritorno più lento alle condizioni normali” di quanto la società avesse previsto. Cook ha osservato che, prima che il Coronavirus avesse iniziato a raggiungere proporzioni massicce, Apple si aspettava un trimestre di grande successo con entrate alle stelle.

Nell’ultimo trimestre, Apple ha continuato a lavorare nel miglior modo possibile e ha portato avanti nuove versioni dei prodotti, comprese le versioni aggiornate di iPad Pro e MacBook Air. Questi dispositivi sono stati rilasciati troppo tardi per avere un impatto significativo su questi risultati. Nonostante abbia incassato 4,37 miliardi di dollari dalla sua attività su iPad e 5,35 miliardi di dollari dalle vendite di Mac, la società non è stata all’altezza di raggiungere i ricavi dell’anno scorso.

Non sorprende quindi che l’attività di iPhone di Apple abbia subito il danno maggiore: le vendite sono diminuite da 31 miliardi di dollari nel trimestre dell’anno scorso a 28,9 miliardi di dollari quest’anno. Apple non ha approfondito la causa di questo drammatico calo, ma le vendite in Cina e i ritardi nella produzione legati al Coronavirus hanno probabilmente contribuito alla situazione.