sim-top-numberIn questi giorni di quarantena tra pulizie e palestra in casa è possibile approfittare del tempo libero per cercare vecchie schede telefoniche. Per quale motivo? Beh, sembra incredibile da credere, ma ci sono tantissime persone disposte a pagare cifre incredibili per una semplice e vecchia scheda telefonica da aggiungere alla propria collezione. 

Le sequenze di queste schede telefoniche sono molto ricercate proprio perché sono particolari e affascinanti. Ad esempio, quelle molto rare da trovare sono delle sequenze con scale di numeri (3**- 1234567) oppure presentano le ripetizioni delle stesse cifre (33*- 2323232).

Schede telefoniche: ecco quali sono quelle più rare e quali costi presentano

E’ proprio strano da credere, ma ci sono tantissime persone affascinate da vecchie schede telefoniche e vogliono possedere tutte quelle con le caratteristiche più strane, un po’ come collezionare i francobolli. Il desiderio di possederle, inoltre, è associato ad una maggiore facilità nel ricordare il numero telefonico rispetto a quelle schede telefoniche che presentano sequenze di numeri differenti fra loro.

Ad approfondire questo concetto è anche una nota trasmissione televisiva, Le Iene, intervistando un professionista alla ricerca di queste schede telefoniche. Secondo quanto comunicato dall’intervistato, queste sim possono valere dai trenta Euro alle decina di migliaia di Euro.

La trasmissione televisiva ha dedicato un’asta con queste schede telefoniche ricevute da collezionisti e dai principali gestori telefonici italiani Tim, Vodafone, Wind e 3 Italia. L’intero ricavato è stato donato all’Istituto Nazionale dei tumori.

Meglio cercarle in casa perché i più fortunati potrebbero riscattare un bel malloppo con una semplice SIM telefonica. Una volta trovate, è possibile venderle nelle varie aste online.