whatsapp tecnologia audio in 8D

In queste settimane il trend di bufale o notizie parziali che circola su WhatsApp non conosce crisi, e negli ultimi giorni si sta parlando della fruizione della musica con tecnologia audio in 8D. Mentre alcuni la salutano come una novità rivoluzionaria che ci permetterà di di ascoltare la musica a un livello di percezione superiore, in realtà se cercate 8D su sul web troverete un video di uno o due anni fa.

Addirittura sono state rinvenute tracce della sua esistenza anche negli anni ’80, quando si cercava di dare una sfericità al suono e si parlava di tecnologia in olofonia. In pratica l’audio in 8D non è una vera e propria scoperta, ma si tratta di manipolazione la fonte di emissione del suono per far sì che il nostro cervello non riesca a capire da dove provenga.

 

Whatsapp: come funziona la tecnologia audio 8D spacciata per novità

Dunque su Whatsapp non è spuntata alcuna rivoluzione, ma se ascoltassimo una canzone con questa tecnica probabilmente in cuffia sentiremmo una musica che ci avvolge a 360°, ma la denominazione 8D a poco a che fare con quanto studiato da decenni.

Si parlava negli anni 80′ di sfericità dell’audio non a caso, poiché l’ascolto attento ci permette di sentire la musica muoversi in circolo intorno a noi ed è un effetto molto usate nei videogame. A casa potete provarlo facilmente con Windows Sonic o il Dolby Atmos, a patto di avere delle buone cuffie in dotazione.

Purtroppo se stavate inseguendo una novità in questo tedio della quarantena dobbiamo deludervi. Ad ogni modo si tratta senza dubbio di un metodo molto diverso di ascoltare un brano o altri file multimediali ma alla lunga potrebbe disorientarvi.