IPTV: gli utenti beccati in Italia con un abbonamento pirata rischiano

Utilizzando l’IPTV molti utenti si sono messi nelle condizioni di poter subire delle conseguenze da parte dell’ordinamento statale. Infatti il governo ha attuato tutte le contromisure per cercare di beccare i furbetti che utilizzano in pianta stabile la pirateria.

Ovviamente risulta molto allettante l’idea di avere qualsiasi piattaforma per pochi euro e senza alcun tipo di limitazione, ma bisogna anche pensare ai grandi licenziatari che stanno perdendo milioni di euro ogni mese. Ultimamente oltre 220 persone sono state beccate, e ora subiranno sequestri, multe e addirittura potrebbero essere condannate alla reclusione. 

 

Per avere le migliori offerte da parte di Amazon con i migliori codici sconto, ecco il nostro canale Telegram ufficiale. Clicca qui per entrare.

 

IPTV: tutti gli utenti che sono stati identificati dalla legge ora rischiano molto, ecco i dettagli

In merito alla faccenda l’amministratore delegato della Lega Serie A si è espresso qualche settimana fa:

“Per fortuna viviamo in un paese civile, in cui chi sbaglia paga. Complimenti alla Guardia di Finanza e all’Autorità giudiziaria per il grande risultato conseguito con questa operazione – ha dichiarato De Siervo -. Da mesi La Lega Serie A ha dichiarato guerra alla pirateria perché è un fenomeno criminale alimentato spesso da utenti inconsapevoli del reato che stanno commettendo e delle gravi conseguenze cui vanno incontro. Oggi, per la prima volta, sono stati denunciati oltre duecento consumatori finali, questo fatto rappresenta una svolta epocale nella lotta contro questa piaga, a tutela di tutti i club e dei tifosi che onestamente si abbonano per seguire le partite del nostro campionato”