blank

Nel corso delle precedenti settimane vi abbiamo aggiornato sulle rilevanti novità che si sono susseguite per tutti i clienti Wind. Il provider arancione ha scelto di modificare una serie di sue norme relative alle operazioni di ricarica. Ad esempio, in alcuni canali di vendita sono ora disponibili le nuove Ricariche Special che hanno sostituto le vecchie stretch card con tagli minimi di ricarica, da 5 e 10 euro.

 

Wind, ora si può operare anche a credito zero…ma ad un costo

L’arrivo delle Ricariche Special non è l’unica novità a tener banco. Wind ha infatti proposto delle modifiche anche per le sue politiche inerenti al credito residuo. Sempre seguendo una linea comune con TIM e Vodafone, i clienti Wind che ricaricano il loro credito oltre il tempo di rinnovo della promozione possono continuare ad operare.

In linea di massima le nuove regole prevedono un utilizzo dei servizi anche a saldo negativo. Entro le 24 ore successive alla scadenza della promozione, gli utenti potranno beneficiare di consumi illimitati per chiamate, SMS ed internet. Tutto ciò comporterà un costo aggiuntivo di 0,99 centesimi da scalare alla successiva ricarica

A seguito delle prime 24 ore, ci saranno inoltre altri due giorni di consumi illimitati sempre al costo extra di 0,99 euro. Wind bloccherà l’operatività al terzo giorno senza ricarica, per un debito massimo da scalare pari a 1,98 euro. Questa sorta di sovrattassa sulle ricariche è realtà proprio a partire da questo mese di dicembre.