postepayGli utenti italiani in possesso di una carta ricaricabile PostePay si trovano nella bufera a causa delle nuove truffe perpetrate ai loro danni da cybercriminali senza scrupoli il cui unico obiettivo pare essere quello di rubare i dati sensibili e svuotare i conti correnti.

Nell’ultimo periodo Poste Italiane è corsa letteralmente ai ripari con il lancio di un nuovo servizio di SMS alert che invierà SMS su un numero di telefono prestabilito tutte le volte che verranno registrate delle attività (quindi spese) sia online, che nei negozi o presso gli ATM. L’utility è a pagamento e può tornare utile per riconoscere nell’immediato la truffa e non perdere troppo denaro.

D’altro canto però la migliore arma contro le situazioni di questo tipo è proprio la prevenzione, l’utente deve necessariamente prestare attenzione ai tentativi di phishing divenuti molto comuni e frequenti nell’ultimo periodo.

 

PostePay: attenzione agli SMS o alle email che ricevete

Tutto ruota attorno all’invio di un messaggio di posta elettronica fittizio con mittente un falso Poste Italiane; il corpo del testo è integralmente composto da una serie di affermazioni (come account disattivato o furto di dati sensibili) atte proprio ad invogliare il consumatore a premere il link interno per la modifica della password o la riattivazione dell’account.

Arrivati a questo punto è superfluo sottolineare che seguendo le indicazioni si andrebbero a consegnare i dati sensibili nelle mani dei malviventi, avrebbero di fatto libero accesso al vostro account con possibilità di svuotare il conto corrente. Se ricevete una mail o un SMS di questo tipo, mi raccomando cancellatelo immediatamente.