vpnMolto più spesso leggiamo in rete di utenti IPTV intenti ad utilizzare le VPN per collegarsi ad internet, il motivo che li spinge ad una scelta per taluni così drastica è sconosciuto, di conseguenza cerchiamo di spiegarlo il più semplicemente possibile.

Una lista IPTV, per chi non lo sapesse, è un insieme di link diretti ad un server speciale, dal quale l’utente finale riesce ad ottenere uno streaming di canali. Per accedervi e per mantenerne l’accesso è assolutamente necessario possedere una connessione dati attiva, ma allo stesso modo si è esposti ad un rischio non indifferente: l’identificazione tramite l’indirizzo IP.

 

VPN e IPTV: ecco cosa le lega e perché

Arrivati a questo punto entrano in gioco le cosiddette VPN, ovvero le reti private virtuali che permettono tranquillamente l’accesso alla rete internet in incognito. Il loro compito è proprio quello di mascherare prima di tutto l’indirizzo IP, ed allo stesso modo creare un tunnel crittografato tramite il quale l’utente può comunicare con un server (le informazioni sono criptate, in tal anche se intercettate non potranno essere comprese).

L’unione dei due servizi è più che chiara, l’utente ha così l’opportunità di accedere a servizi non propriamente legali, ed allo stesso tempo a godere di una sorta di anonimato. Il consiglio, oltre che quello di restare sempre nella legalità, è ovviamente di affidarsi ad un servizio di VPN a pagamento, le soluzioni gratuite potrebbero causare non pochi problemi, come il furto dei dati o il tracciamento delle attività svolte in rete dall’utente finale.