Il telescopio spaziale Hubble della NASA ha dato agli astronomi il loro miglior sguardo sulla cometa 2I / Borisov.

L’istantanea, scattata il 12 ottobre, è la visione più nitida del nostro visitatore interstellare.

Ma non fornisce ancora molto in termini di risposte.

La cometa 2I / Borisov è solo il secondo oggetto astrale conosciuto ad aver attraversato il nostro sistema solare. Il primo, “Oumuamua”, è stato identificato due anni fa.

Sulla base del suo aspetto sfocato, gli scienziati ritengono che l’oggetto abbia un corpo ghiacciato centrale di alcuni chilometri di diametro che si sta sciogliendo in una nuvola di polvere e particelle mentre si avvicina al sole.

Tuttavia, gli analisti sono riusciti a raccogliere “indizi preziosi” su blocchi planetari presumibilmente forgiati in un sistema stellare alieno molto tempo fa e molto lontano.

 

Cometa Interstellare: le osservazioni degli scienziati sulla composizione

Sebbene un altro sistema stellare possa essere alquanto diverso dal nostro, il fatto che le proprietà della cometa sembrano essere molto simili a quelle dei blocchi del sistema solare, seppure davvero notevoli“, ha affermato Amaya Moro-Martin, dello Space Telescope Science Institute, .

Hubble ha fotografato 2I / Borisov a una distanza di 260 milioni di miglia dalla Terra.

La cometa sta seguendo un percorso iperbolico attorno al Sole, che dovrebbe avvicinarsi il 7 dicembre. Attualmente sta cadendo a una velocità straordinaria di 110.000 miglia all’ora.

Viaggia così in fretta che quasi non gli importa che il Sole sia lì“, ha detto Jewitt.

Entro la metà del 2020, Borisov supererà Giove nel suo viaggio di andata, lasciando alla fine il sistema solare per sempre.

Le future osservazioni di Hubble sulla cometa sono programmate fino a gennaio, con ulteriori considerazioni.

Le nuove comete sono sempre imprevedibili“, secondo Max Mutchler, un altro membro del gruppo osservatore. “Hubble è pronto a monitorare qualsiasi cosa accada dopo con la sua sensibilità e risoluzione superiori.