credito sim svuotato truffa compagnie telefoniche

Tutelare il credito telefonico è diventato sempre più importante per i clienti dei diversi operatori nazionali, i quali più volte l’hanno visto scomparire senza un apparente motivo. Sebbene tutto ciò sia capitato almeno una volta a tutti gli utenti, di misterioso non c’è proprio nulla dato che dietro questo fenomeno si celano una serie di truffe a discapito di TIM, Wind Tre e Vodafone.

Si attivano senza permesso e succhiano via euro su euro: questo genere di attivazioni possono diventare molto pericolose se non fermate in tempo, visto che nel giro di poche settimane possono esaurire ricariche su ricariche. Per fortuna, sebbene TIM, Wind Tre, Vodafone non forniscano dei mezzi automatici, i clienti di questi operatori possono comunque risolvere tale problematica in maniera efficiente.

Credito telefonico pari a zero? E’ colpa delle truffe, ecco come fermarle

Basta cliccare un link o chiudere male una pubblicità per trovarsi attivato sulla propria linea un abbonamento truffa servizi mai richiesti. Che siano giochi, suonerie, barzellette o gossip non ha alcuna importanza: questi ultimi se lasciati agire in sordina sono capaci di scalare decine di euro nel giro di poche settimane.

Leggi anche:  Credito telefonico scomparso: è colpa di TIM, Wind Tre, Vodafone

Per fortuna, come già detto, è possibile bloccare l’azione di queste truffe grazie ad un metodo molto semplice. Prima di proseguire e capire come fare, però, sarà necessario recuperare il numero del servizio clienti di TIM, Wind Tre o Vodafone. 
Una volta compiuto questo passo, bisognerà compiere una telefonata ed aspettare di essere assistiti da un operatore. A questo punto, poi, non bisognerà fare altro che manifestare il disagio all’operatore, richiedere l’eventuale disattivazione degli abbonamenti indesiderati e richiedere, successivamente, l’attivazione di un blocco contro questi ultimi.